di Daniela Buonocore

Villaricca, paese del napoletano, già nel mirino per lo scioglimento del consiglio comunale avvenuto ad agosto per infiltrazioni camorristiche, continua ad essere fonte di critiche e problematiche per i cittadini che ve ne fanno parte, e non solo.
Continui ed incessanti sono infatti gli atti vandalici e di aggressività che i cittadini del luogo, giorno dopo giorno, sono costretti a subire, percependo sempre di più l’assenza delle forze dell’ordine e di una vera e propria Istituzione Comunale.
Vi si potrebbe stare ore ad elencare gli atti criminali che ogni giorno violentano questa cittadina, basti pensare alle continue rapine subite dai vari esercenti della zona, come quella avvenuta nella nota profumeria Mallardo di Villaricca, dove i rapinatori hanno più volte fatto irruzione; l’ultima volta riuscendo comunque a mettere a segno il colpo, hanno finito il lavoro colpendo lun vigilante che, cercando di ostacolarli, è rimasto ferito alla testa durante la colluttazione.
Atti di aggressività invece si sono registrati soprattutto all’esterno delle scuole, specialmente nel caso della scuola Siani, dove lo scorso novembre, intorno alle 13:00, un docente è stato aggredito con calci e pugni mentre si allontanava dall’istituto.
Il povero cinquantunenne è stato immediatamente accolto all’ospedale San Giuliano e dimesso dopo una prognosi di 20 giorni, ha collaborato da subito con i carabinieri che hanno nell’immediato aperto l’indagine, cercando di rintracciare i responsabili, che corrisponderebbero ad una coppia di giovani tra 19 e 20 anni accusati di lesione personale.
C’è poi chi decide di prendersela con le strutture pubbliche destinate ad anziani e bambini. Ad essere presa di mira stavolta sono le villette comunali di Villaricca, dove le giostre dei bambini sembrano essere lo spasso dei vandali locali che senza una reale motivazione imbrattano e distruggono queste attività ludiche, rendendole impraticabili.
Quella più danneggiata  è la villetta comunale sita in Via Bologna, che proprio ieri è stata presa di mira da un gruppo di ragazzi che, stando alle dichiarazioni di alcuni abitanti del posto, pare abbiano scavalcato i cancelli chiusi e che, armati di mazzola, abbiano distrutto muretti, tubi di irrigazione e danneggiato quelle poche giostre rimaste ancora illese dopo i precedenti atti vandalici (che hanno comportato la totale distruzione dell’ altalena e dei cestini della spazzatura), per poi scappare a bordo di uno scooter nero incappucciati a tutta velocità.
Foga che viene più volte denunciata dai cittadini che assistono a vere e proprie gare di Formula Uno o di moto GP, con annessi incidenti e scontri frontali. Basti ricordare, tra i tanti, quelli avvenuti nei pressi della rotonda del cimitero di Villaricca, dove un furgoncino, scontrandosi contro un auto, mise a rischio la vita di due bambini ricoverati  al Santobono, o come quello avvenuta a settembre fuori al bar Elite, sempre sulla “circumvallazione” esterna di Villaricca, dove un’auto, guidata da ragazzi in piena velocità si scontrò con un’altra vettura ferma al centro dell’incrocio.
Questo è un paese che non ci permette di crescere con serenità i nostri figli, non siamo liberi di poterli lasciare da soli per strada a percorrere il loro cammino di vita, non possono neanche andare da soli a scuola o prendere un gelato con gli amici il pomeriggio, perché tutti i giorni ci sono gruppi di ragazzi che bullizzano i nostri figli, il più delle volte invitandoli a collaborare con loro negli atti vandalici minacciandoli e discriminandoli al loro opporsi”. Questo è quanto raccolto dalle testimonianze dei genitori dei ragazzi che ormai da tempo sono costretti a chiudersi in casa per evitare di entrare a far parte di quella che è diventata una vera e propria criminalità organizzata, o di esserne succubi e di patirne così le conseguenze.
Si necessita pertanto di un’immediata e tempestiva operazione di soccorso, sicurezza e salvaguardia dell’ambiente e delle persone.
Sul tema della sicurezza resta inoltre aperto un ultimo punto, non meno importante, legato alla percorribilità delle strade, come quella di via Consolare Campana, ripetutamente denunciata sui social e sui giornali e da un video che lo stesso Luca Abete, inviato di Striscia La Notizia, ha postato sul suo contatto Facebook.
Le persone del posto, e anche chi vi è di passaggio, ha più volte danneggiato l’auto rischiando di farsi male, poiché ci sono delle vere e proprie voragini, per cui gli automobilisti sono costretti ad eseguire manovre pericolose invadendo il senso opposto di marcia, per arginare le voragini che in presenza di scarsa visibilità e maltempo sono difficili da notare.
Villaricca manca di istituzione e autorità e i cittadini ne pagano le conseguenze, ogni posto pare sia soltanto fonte di pericolo e preoccupazione e molti sono quelli che, nonostante abbiano acquistato in precedenza luoghi di proprietà, si vendono costretti ad allontanarsi definitivamente da questo posto per poter permettere un futuro migliore ai propri figli.