0

di Veronica Graf
Le noci di Macadamia sono ricche di minerali e vitamine utili per il metabolismo, e per combattere i radicali liberi. Originarie dell’Australia, ma crescono bene anche nelle Hawaii, nell’America Centrale, in Brasile e in alcune regioni dell’Africa del Sud, le noci di Macadamia sono tra i semi oleosi quelli con più alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi (quindi preziosi per il nostro benessere): ben il 70%. La curiosità? La pianta prima di iniziare a dare i frutti impiega anche dieci anni, ma poi vive anche un secolo.
Si tratta di frutti molto nutrienti, ricchi di minerali (soprattutto calcio e fosforo) e vitamine A, B1 e B2. Contengono flavonoidi, preziosi antiossidanti naturali e elevate quantità di acido palmitoleico. Le noci di Macadamia sono oggetto di studi scientifici perché ritenute un vero e proprio elisir di lunga vita.
L’acido palmitoleico contenuto in questi frutti sembra avere degli effetti molto positivi sul metabolismo, portando all’organismo benessere e longevità.
L’alto contenuto di questo acido è da considerarsi molto prezioso visto che è una sostanza quasi assente nella dieta mediterranea (è contenuto in quantità minime nell’olio d’oliva).
Le noci di Macadamia contribuiscono a combattere i radicali liberi, quindi l’invecchiamento cellulare, e il colesterolo “cattivo”. 
Sono alleate della salute di fegato e muscoli e grazie al contenuto di fibre regolarizzano l’attività intestinale. Il loro sapore è dolce e delicato, utilizzate spesso in cucina per accompagnare secondi di carne o per preparare dolci, gelati, torte e torroni poiché le noci di Macadamia si sposano molto bene con il miele e il cioccolato.
Ciò che bisogna davvero sapere sull’uso alimentare di queste noci è che sono tossiche per cani e gatti, se perciò abbiamo l’abitudine di dare ai nostri amici animali assaggini di ciò che stiamo mangiando facciamo molta attenzione. L’effetto tossico sparisce comunque dopo circa 48 ore.

0