Redazione

Abbiamo incontrato GianMarco Senna, Consigliere di Regione Lombardia che, insieme a Stefania Zambelli, europlarlamemtare, mira ad incontrare l’Europa attraverso una serie di incontri per conoscere e confrontarsi con i protagonisti pubblici e privati del territorio lombardo.


Sono passati 6 mesi dall’ultima volta che ci siamo visti, era Settembre ed eravamo in piena campagna elettorale per le amministrative di Milano. Che momento è questo e quali sono i suoi prossimi progetti?

«La situazione è complicata, la pandemia e il conflitto Russia-Ucraina ci hanno messo e ci stanno mettendo a dura prova ed hanno cambiato completamente le regole del gioco.
Mai come ora la politica ha il dovere di mettere le cose a terra, noi dobbiamo continuare a ragionare in maniera pragmatica, da lombardi quali siamo, e a mettere in campo tutti gli strumenti possibili perché le nostre aziende possano affrontare nel migliore dei modi questi momenti difficili.
Abbiamo un tessuto imprenditoriale di piccole e medie imprese molto avanzate che hanno accolto la sfida della digitalizzazione, che si stanno preparando per la prossima, quella dell’intelligenza artificiale e, tra i mezzi che abbiamo a disposizione per affrontare tutto ciò, non possiamo non tener conto dei bandi europei e di quelli regionali.
Ho deciso, insieme all’europarlamentare Stefania Zambelli, di riunire diversi attori: lei a rappresentare l’Europarlamento, io in quanto Presidente della Commissione attività produttive di Regione Lombardia, il Territorio rappresentato dai sindaci e le associazioni datoriali. Proprio per questo, attraverso il nostro tour, stiamo incontrando tutte le associazioni datoriali per raccontare il nostro progetto. Per adesso ci concentriamo sulla provincia di Milano, poi ci allargheremo sull’intero territorio regionale.
Il primo incontro si terrà il 13 Aprile a Melzo. In quest’occasione presenteremo i bandi, risponderemo a tutte le domande degli imprenditori, che cercheremo di seguire nel loro percorso. È una cosa, questa, a cui tengo particolarmente, è parte della mia storia personale ed è il motivo per cui voglio una politica al servizio di chi fa impresa.»


Dopo la data di Melzo come proseguirà il tour?

«Ogni mese un Comune, per il momento ci stiamo rivolgendo soprattutto all’hinterland, anche perché moltissime aziende legate al manifatturiero sono in provincia, Milano è comunque già coinvolta da molti eventi.»


Qual è il punto di forza della coppia politica Senna-Zambelli?

«Anche Stefania Zambelli, come me, arriva dal mondo del lavoro, ha sempre lavorato nel comparto sanitario. Nessuno di noi due ha mai vissuto di politica, per cui entrambi nutriamo una grande passione e forse, proprio per questo, riusciamo a renderci conto delle reali difficoltà che ci sono in questo momento sul territorio.»


Con quale spirito inizia questo tour?

«Abbiamo riscontrato grande successo da parte di sindaci, assessori e associazioni datoriali, tutti sappiamo che per vincere dobbiamo restare uniti, solo così ce la faremo!»