16.9 C
Milano
mercoledì, 12 Giugno, 2024

FORZA ITALIA BATTE TRE COLPI… GELMINI RILANCIA IL PARTITO…

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Nel prossimo fine settimana il  25 – 26 – 27 Settembre a  Calvagese della Riviera (Bs) presso  Palazzo Arzaga l’On.le Mariastella Gelmini ha organizzato una tre giorni di formazione “Forza Futuro 2015”, ma anche un momento che serve  per fare il punto del partito in tutto il nord est e prepararsi per le elezioni amministrative nei diversi comuni nel 2016. Nella conferenza stampa di questa mattina Maristella Gelmini ha messo in evidenza il modello vincente del centro destra con le vittorie di Maroni in Lombardia, Zaia in Veneto e per ultimo di Toti in Liguria  ed è  proprio il titolo di uno dei confronti in calendario per sabato 26 settembre, alle ore 16,30, quando si confronteranno i tre governatori.  La Gelmini ha anche dichiarato che “si cambia registro, si riparte dal territorio, da una classe dirigente nata in questi anni e che il presidente Berlusconi ha formato. Si riparte dai contenuti, da un’analisi su cosa rappresentiamo, dalla capacità di guardare alle prossime sfide elettorali, come quelle di Milano, Torino, Napoli. Noi pensiamo che Forza Italia sia l’unico baricentro della coalizione di centro destra, con una leadership di Berlusconi che non e’ assolutamente in discussione”.
La tre giorni di formazione “Forza Futuro 2015” punta sui giovani e sembrerebbe che la Gelmini abbia le idee molto chiare in riguardo dichiarando che “La scuola di formazione  e’ dedicata ai giovani che hanno una passione civile e politica a cui daremo un percorso di approfondimento che si inserisce in un percorso nel quale Forza Italia guarda al proprio interno, alla crisi di consenso, non cede al pessimismo ma si rimbocca le maniche, combattendo quel pregiudizio che molte volte ci siamo sentiti ripetere, ovvero che FI e’ un partito di plastica, noi dimostreremo il contrario”. Rispetto alle difficoltà locali che in questo momento sta attraversando il partito soprattutto nel consenso elettorale, che è quello che preoccupa di più, questa operazione sarebbe un forte segnale che Forza Italia vuole dare chiamando a raccolta gli esponenti di punta più importanti del partito. Infatti alla tre giorni saranno presenti  il Sen. Paolo Romani, Sen. Annamaria Bernini, On. Mara Carfagna, Sen. Maurizio Gasparri, On. Renato Brunetta, On. Luigi Casero, On. Stefano Maullu, Sen. Marco Marin Sen. Gilberto Pichetto, On. Sandra Savino, On. Licia Ronzulli, On. Annagrazia Calabria, Ing. Alessandro Cattaneo,  Sen. Enrico Pianetta, Fabio Altitonante, On. Antonio Tajani, Sen. Mario Mantovani, On. Laura Ravetto, On. Gregorio Fontana, On. Daniela Santanchè, On. Lara Comi, Cons. Com. Pietro Tatarella. Oltre alla presenza di importanti figure del partito la Gelmini ha coinvolto esponenti della Lega ma anche del Nuovo Centro Destra ma soprattutto personalità della società civile che negli ultimi anni hanno subito di più la delusione della politica; questo dovrebbe essere non solo un corso di formazione ma un rilancio del partito mandando dei segnali precisi e importanti cioè che uniti e con l’aiuto della società civile si può vincere. Della società civile si vede la presenza delle associazioni più importanti come Dott. Giorgio Spaziani Testa Presidente ConfEdilizia , Dott. Marco Bonometti Presidente AIB, Dott. Ettore Prandini Vicepresidente Coldiretti, Dott. Eugenio Massetti Presidente Confartigianato Brescia, Dott. Giuliano Campana Vicepresidente ANCE, Dott. Douglas Sivieri Presidente Confapi.
Bisogna segnalare anche la presenza di importanti giornalisti e testate giornalistiche che serviranno per dare il risalto necessario a livello nazionale.
Sicuramente l’evento sarà un successo e avrà il suo risalto sui media più importanti, si tratta di capire se a livello locale sapranno raccogliere il messaggio dell’evento e soprattutto capire che solo attraverso un lavoro di squadra, di meritocrazia e di coinvolgimento della società civile e di nuove risorse Forza Italia potrà risollevarsi. Perché è semplice che quando si vince è merito di tutti e quando si perde è colpa del Presidente Berlusconi, le cifre del consenso che rischia di scendere sotto le due cifre è dovuto in parte alla crisi di alcune situazioni a livello locale che vede la politica solo come un palcoscenico per la propria persona trasfondo Forza Italia in un teatrino, perché ognuno si muove per conto suo.
 
Max Buonocore

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img