di Daniela Buonocore

Il Movimento Ecologista Europeo FareAmbiente, a seguito del grande successo ottenuto durante la prima edizione dell’anno 2021 attraverso il Corso di Alta Formazione in Transizione Ecologica, presenta il proseguimento di quest’ultimo con l’avvio della seconda edizione. La tematica principale è l’evoluzione della “Green Economy”, evoluzione che si ottiene attraverso lo sviluppo economico e sociale dove, come valore assoluto, viene considerato l’ambiente in se per sé. Per far sì che ciò accada c’è bisogno che il Governo, alla base delle sue scelte politiche, inserisca sempre il rispetto per le biodiversità naturali e culturali dei territori, senza mai sottovalutare il rapporto tra ambiente ed economia finanziaria, poiché insieme formano il vero senso di uno sviluppo sostenibile. Per assicurarci che ciò avvenga, tutte le politiche si devono esprimere affinché si costruisca una buona qualità di vita per il benessere di tutti gli esseri viventi. L’obiettivo principale della “Scuola di Alta Formazione in Transizione Ecologica”, è proprio quello di formare giovani capaci di diffondere la cultura del buon governo e di uno sviluppo sostenibile, ragionevole e responsabile. Tale programma si inserisce comodamente all’interno di un accordo formulato nel dicembre del 2020 dal Consiglio e dal Parlamento Europeo, i quali attraverso 672,5 miliardi di €, aiuteranno gli Stati membri dell’Unione Europea ad affrontare la pandemia garantendo però nel frattempo un futuro sostenibile. Al fine di restituire con speranza una rete di infrastrutture sociali, sanitarie, scolastiche e ambientali che sono state progressivamente indebolite nel tempo, abbiamo tutti il dovere di impegnarci e prendere conoscenza delle leggi e dei regolamenti dello Stato. Pertanto il percorso formativo dell’anno 2022, avrà il compito di formare 60 amministratori motivati ad approfondire i temi della transizione ecologica. I nuovi aspiranti dovranno poi riutilizzare tali tematiche attraverso progetti e divulgazione informativa quotidiana. Il corso sarà agevolato dalla distribuzione di materiale didattico e a tutti gli iscritti che porteranno al termine il corso con l’adeguato profitto sarà rilasciata, la tessera di “volontario di FareAmbiente”. Il corso si presenterà con due moduli in presenza presso la sede di Roma e altri quattro moduli in modalità e-learning. L’apertura prevista per il 30 giugno alle 11:00, avrà sede presso il Senato della Repubblica Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani e sarà seguita dal direttore e professore Francesco della Corte. Alla presente concorreranno il Professore Vincenzo Pepe, Presidente Nazionale di FareAmbiente, l’Onorevole Fabio Rampelli Vicepresidente della Camera dei Deputati, l’Onorevole Mariastella Gelmini Ministro per gli affari Regionali e autonomie, l’Onorevole Vannia Gava sottosegretario di Stato al Ministero della Transizione Ecologica, l’onorevole Alessandro Colucci segretario ufficio Presidenza Camera dei deputati, il Senatore Paolo Arrigoni questore del Senato. La Commissione Ambiente del Senato della Repubblica e dal Dottor Fabrizio Garavaglia Presidente associazione VersoZero. Per coloro che vorranno aderire all’iniziativa, il Movimento Ecologista Europeo FareAmbiente ha messo a disposizione una mail attraverso la quale vi si potrà accedere al modulo di iscrizione e a tutte le info in merito: scuolapolitica@fareambiente.it