12.5 C
Milano
giovedì, 16 Maggio, 2024

Roma, stazione Termini: bengalese rapinato e torturato con il taser

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

La nostra capitale, ancora una volta, diventa scenario di violenza.

La stazione Termini presa d’assalto dai residenti e dai tanti viaggiatori che raggiungono e lasciano la città romana, diventa sempre più pericolosa. Questa volta la vittima è un giovane bengalese, rapinato mentre rientrava nel bed and breakfast dove alloggiava.  

Due stranieri tunisini si sono avvicinati al ragazzo e, nonostante quest’ultimo abbia provato a fuggire, i malviventi sono comunque riusciti a raggiungerlo per poi colpirlo con un teaser. 

La povera vittima, a seguito delle convulsioni provocate dalle forti scosse elettriche, è crollata a terra, mentre i due malviventi gli sfilavano cappotto e soldi, per poi fuggire lasciando il malcapitato sotto shock e dolorante.

A lanciare l’allarme sono stati alcuni passanti. La vittima è stata così trasportato all’ospedale Umberto I, dove è stata curata e dimessa con una prognosi di 15 giorni. 

Tempestivo l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno attivato immediatamente posti di blocco in più punti strategici, cosi hanno fermato ed identificato uni dei due potenziali aggressori. Si tratta di un ventunenne tunisino che, dapprima si è dichiarato innocente, ma poi, a seguito delle immagini delle videocamere di sorveglianza stradale,  è stato riconosciuto e pertanto costretto ad ammettere le sue colpe. 

Per il tunisino è quindi scattato l’arresto con l’accusa di rapina, ora le ricerche si concentrano sul complice. 

di Daniela Buonocore 

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img