di Manuel Gallo

Il possesso ne dimuisce il valore. Non fraintendere quello che ho fatto, ho solo voluto restituire ai ragazzi quello che è loro”. Le parole di Paky Glory, dopo aver compiuto un gesto azzardato in un’apparizione live a Bassano Del Grappa la scorsa settimana. Durante la serata il giovane rapper di Rozzano ha lanciato sul pubblico il cachet, 3 mila euro in banconote da 5.
Se la storia insegna, se anche con le migliori intenzioni, e soprattutto per il periodo storico musicale del genere urban, certi gesti forse è meglio evitarli.
In Italia è la prima volta che viene fatto un gesto del genere, e molti potrebbero subito pensare all’ostentazione di denaro, giudicandolo come un gesto insignificante. Le parole del rapper spiegano tutto il contrario.
Ricordandosi della strage che ha coinvolto il trapper Sfera Ebbasta, il gesto di Paky, nato dal puro rispetto per il pubblico e dai suoi ideali di strada, avrebbe potuto causare un’altra catastrofe, scatenando una confusione generale nel locale, facendo risultare come capo espiatorio il cantante milanese.