di Manuel Gallo

Al giorno d’oggi la tecnologia ha invaso il mondo reale, diventando parte essenziale della nostra quotidianità, fino al punto di creare un universo parallelo totalmente digitale, che piano piano si sta allargando sempre di più.
Dopo l’exploit delle criptovalute, ovvero il boom dei Bitcoin, sono arrivati gli NFT.
Il mercato degli NFT, che è l’acronimo di “token non fungibile” (non = non, fungibile = intercambiabile, token = voucher), è il mercato che esploderà in positivo in questo 2022.
Molti personaggi famosi, tra cui molti rapper, americani e italiani, si sono fiondati e hanno iniziato ad investire nel digitale.
Gli NFT sono, spiegato in parole semplici, “risorse digitali”, nulla di tangibile e reale. Chi decide di comprare un NFT non potrà mai godere della sensibilità del tatto sul proprio acquisto, poiché diventa “semplicemente” l’effettivo proprietario con un certificato ufficiale che ne attesta il possesso.
Gli artisti però sono hanno la facoltà di creare degli NFT, diventando effettivamente opere d’arte, potendo integrare ad essi musica e tutto ciò che loro vogliano.