di Veronica Graf

In Francia, nella romantica città di Parigi, la società di ingegneria edile Bouygues Bâtiment Île-de-France, ha guidato la progettazione e la costruzione della “Porte de la Chapelle Arena”, la struttura sportiva che ospiterà badminton, para-taekwondo e para-badminton ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024.
La Porte de la Chapelle Arena mira con forza alla sostenibilità dei Giochi, difatti il comitato di organizzazione parigino aveva sin dall’inizio puntato anche a questo.
I Giochi Olimpici si svolgeranno dal 26 luglio all’11 agosto 2024 e saranno l’evento sportivo più complesso organizzato in Francia finora.
L’Arena avrà una capienza di 8mila posti e comprenderà anche due palestre e spazi dedicati alle attività per il tempo libero dei cittadini. Sarà quindi un luogo ad uso sportivo e rinnoverà l’area attuale che comprende il Centre Sportif de la Porte de la Chapelle e lo Stadium and Gymnasium Fillettes.
Dopo l’inaugurazione, ospiterà eventi ufficiali, anche internazionali, e potrà essere adibita per ospitare anche concerti ed eventi non solamente di natura sportiva. Sono iniziati i lavori già da giugno di questo anno e si completeranno nell’estate 2023.
Gli aspetti del progetto sostenibili riguardano il risparmio energetico della struttura e la facilità della manutenzione.
L’arena verrà conclusa con una terrazza verde ricca di vegetazione, e la struttura sarà rifinita con alluminio chiaro riciclabile che darà così uno stile riconoscibile e nello stesso tempo verrà  impiegato un materiale ecosostenibile.
Le due palestre saranno realizzate con materiali biologici con tanto legno per ridurre l’impatto dell’edificio nella produzione di anidride carbonica.
Il 30% del calcestruzzo utilizzato proverrà da settori a basse emissioni di carbonio, mentre per le pareti saranno utilizzati materiali riciclati, in particolare con l’uso di mattoni di terra cruda compressa.
La struttura ospiterà al suo interno un impianto di teleraffrescamento, azionato tramite lo sfruttamento dell’energia geotermica locale, utilizzando il 100% di energia rinnovabile consumendo un terzo di un’arena convenzionale.
L’Arena Porte de la Chapelle avrà un costo totale di 98 milioni di euro e verrà finanziata oltre che dalla città di Parigi anche da “Solideo”, ente che gestisce lo sviluppo delle infrastrutture per i Giochi Olimpici.
L’Arena parigina sarà quindi ufficialmente il fulcro del futuro villaggio per le Olimpiadi di Parigi 2024.