di Daniela Buonocore

La corsa verso la salvezza del mondo è ormai inarrestabile, sono sempre di più le proposte e le idee che riaffiorano tra ambientalisti e governo per salvaguardare la Terra. Tra le varie proposte, quella più efficiente è sempre legata allo sfruttamento del calore e all’energia pulita. La più grande centrale di termo riscaldamento al mondo, capace di limitare gli sprechi ottenendo rinnovabili al 100% è l’impianto di Ortoftaverket. Per essere più precisi, l’energia che essa produce proviene dalle biomasse, ma anche e soprattutto dal recupero del calore di scarto che viene generato dal processo stesso di trasformazione che, solitamente,  in altre ditte va perso. L’obiettivo principale infatti è proprio quello di promuovere metodi di riscaldamento e di raffreddamento sostenibili in tutta Europa. L’ex amministratore delegato, Paul Voss, spiega che, in principio, soluzioni come queste erano state sviluppate per ottimizzare l’efficienza energetica, oggi invece rivelano importanti progressi anche per contrastare quelli che sono i cambiamenti climatici. La Laguna dei Dueuro basa il suo progetto sul mix delle diversei fonti rinnovabili e sulla riduzione dei consumi di CO2, facendo sì che la Turchia si potesse aggiudicare il primato per un risparmio energetico che va oltre il 50%, associando gas naturale con le biomasse e ottenendo così tagli delle emissioni di oltre il 70%. È importante quindi adoperarsi affinché ogni centrale possa ottimizzare i suoi risultati in merito alle energie rinnovabili per ottimizzare il nostro territorio salvaguardando l’ambiente e l’economia