di Manuel Gallo

La prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022 al Pala-olimpico di Torino si è conclusa gloriosamente, condotta da Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, che hanno condotto senza sbavature una macchina complessa e super organizzata come quella di Eurovision. Ieri sera si sono sfidati diciassette paesi, ma solo dieci di questi si potranno confrontare per la vittoria assoluta. Al termine della serata, le votazioni hanno decretato che a passare il turno sono Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia e Paesi Bassi. La Kalush Orchestra, gruppo rappresentante l’Ucraina, ha stupito tutto il pubblico, scatenando un applauso lungo e armonioso, accompagnato da una standing ovation, con il loro brano Stefania, che ha saputo unire il genere Rap con musica Folk. La performance del gruppo ucraino è stata arricchita dal suono dell’antico flauto tradizionale, telynka, e passaggi di Breaking, (Breakdance).
Le pagelle di fine serata parlano chiaro, le vere protagoniste dello show sono state le artiste. Le donne hanno ottenuto i voti più alti.