2.1 C
Milano
sabato, 28 Gennaio, 2023

Villaricca: tante richieste, nessuna risposta

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Villaricca, paese limitrofo alla periferia napoletana ancora una volta al centro di discussioni e richieste inascoltate.
I cittadini del posto continuano a porsi quesiti ai quali non arrivano mai risposte e le persone sono stanche di dover combattere contro l’inciviltà e le varie carenze. 

PROBLEMA IDRICO O ALTRO? 

Durante le festività molte abitazioni sono rimaste senz’acqua e gli abitanti del posto hanno chiesto informazioni all’associazione FAREAMBIENTE. A seguito dell’intervento dell’architetto Nardi, sono stati effettuati alcuni controlli presso l’acquedotto regionale. Il problema sembra essere correlato, ancora una volta, ad una scarsa pressione idrica, alla quale Villaricca è sottoposta da decenni. Tale problema, ad oggi, non ha ancora ottenuto alcuna risoluzione. 

PISTA CICLABILE O PARCHEGGIO? 

A tutto ciò si aggiunge la nascita di una pista ciclabile praticamente inutilizzabile, almeno per quanto riguarda i ciclisti. 
L’intero marciapiede di via Consolare Campana è stato dipinto di un arancio acceso, che segnala la presenza dei ciclisti in transito, non vi sono però delimitazioni che segnalano tale percorso e i ciclisti sono costretti a percorrere il tratto di strada destinato alle auto, poiché lungo la pista vi sono auto parcheggiate ovunque. Inciviltà? Forse, ma tra accessi privati ed ingressi in viali pubblici, si rischia solo di farsi male a causa di slalom pericolosi. 

Un’altra domanda che ci si pone è dove si possa parcheggiare.
I residenti del posto e i visitatori sono necessariamente costretti a sostare sui marciapiedi per accedere agli esercizi commerciali di zona, visto che non ci sono stalli o parcheggi a disposizione per loro, eppure sono stati investiti molti soldi per allargare il marciapiede, rifare l’asfalto, ridipingerlo, cambiare l’illuminazione e spostare insegne e alberi che intralciavano il percorso, ma tutto questo è stato fatto senza alcuno scopo.
E i pedoni? Beh, per loro resta quella che qualcuno ironicamente definisce “opzione del volo” poiché non potrebbero camminare nè per strada, nè sulla pista ciclabile.   

ASSENZA DI MEDICI O MANCANZA DI FONDI? 

Ma Villaricca è piegata da un problema ancora più grave, in pochi mesi l’intera popolazione villaricchese, che va da Torretta Scalzapecora al Ponte di Surriento, è rimasta sprovvista di medici di base. 
Adulti e bambini sono senza un dottore e l’ASL non riesce a dare spiegazioni reali. 
Inizialmente si parlava di un cambio medici: i dottori attuali, in età di pensionamento, sarebbero andati in pensione per dare spazio a quelli nuovi, poi qualcuno invece ha iniziato a  denunciare l’assenza di risorse per retribuire i medici di base, successivamente si è aggiunta una nuova versione per giustificare l’assenza totale dei medici di base. Ma qual è la verità e quanto dovranno aspettare i cittadini per potersi recare dal proprio medico di base, invece di dover necessariamente ricorrere a quelli che l’ASL ha messo a disposizione nella zona di Calvizzano?  
Come devono fare le persone anziane, o quelle non automunite, per poter avere un consulto medico senza dover necessariamente chiedere a qualcuno di accompagnarli?!

LE RICHIESTE DEI CITTADINI

Al momento il Comune è commissariato e i cittadini esprimono la loro rabbia ovunque (social, giornali, associazioni…), su questi quesiti ancora irrisolti. 
Alcuni speravano in un miracolo di Natale, altri in un cambiamento con l’arrivo del nuovo anno, ma tutti attendono quelle risoluzioni da tempo promesse ma mai arrivate. 

di Daniela Buonocore  

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img