di Daniela Buonocore

Fin dai tempi antichi la ricerca dell’oro è sempre stata un obiettivo di grande interesse da parte di ogni popolazione. Anche nella letteratura e nelle storie raccontate dai ragazzi, si parla sempre di pirati, bottini,  principesse dalle grandi doti, e pentoloni d’oro ai piedi dell’arcobaleno.
Oggi, invece, il tesoro più inestimabile si troverebbe nello spazio. La NASA, ha infatti scoperto un asteroide che è stata già ufficialmente proclamato come la più grande riserva aurea nel mondo. 16 Psychecosi è stato denominato, si trova tra Marte e Saturno. La sua composizione potrebbe addirittura rendere tutta la popolazione mondiale miliardaria. Esso infatti è composto principalmente da oro, ma anche da metalli pesanti di grande valore come il nichel e il ferro. Molti ipotizzano già l’enorme fortuna alla quale si potrebbe accedere se solo l’asteroide colpisse la terra (ovviamente senza provocare danni). Si è stimato infatti che nel conto in banca di ognuno potrebbero entrare all’incirca 1,3 miliardi di dollari pro capite, poiché l’asteroide vale non meno di 10.000 quadrilioni di dollari. Al di là delle varie idee quasi fantascientifiche, la NASA ha fin da subito pensato di voler realizzare un proprio progetto per raggiungere 16 Psyche per poter conoscere nel dettaglio le caratteristiche dell’asteroide. Tale missione sarebbe stata programmata per il 2026 per osservare e capire il reale valore dell’asteroide. Al momento, ovviamente, non sarà possibile estrarre l’oro, ma secondo lo scienziato John Zarnecki una possibile opzione per estrarre l’oro dall’ asteroide, richiederebbe quantomeno 25 anni di studio, Nello spazio vi è  anche un altro asteroide di circa 200 metri, che varrebbe circa 30.000 milioni di dollari, perché contenente un nucleo di platino. Insomma, quello che per ora ci sembra soltanto una lontana miniera d’oro da scoprire con la fantasia, un domani potrebbe diventare una vera e propria traiettoria presente sulla piú ricca mappa del tesoro mai esistita. Per ora ci accontenteremo di osservare quelle piccole monete d’oro che ogni notte illuminano il cielo, le stelle, Magari per la prossima notte di San Lorenzo, insieme a qualche desiderio, potrebbe arrivarci anche qualche pietra d’oro.