Gli agenti della polizia locale di Milano li hanno presi in flagranza, mentre facevano shopping. Dal momento in cui è stato scoperto il furto tramite le telecamere della stazione della metropolitana di Lima, sulla linea rossa, al momento in cui sono stati catturati è passata circa un’ora. Intanto che li cercavano, i due ladri erano riusciti a spendere ben 4100 euro nei negozi di Corso Buenos Aires, usando la carta di credito appena rubata ad un anziano.

Tutto è cominciato alle 11 del mattino del 14 settembre. Alcuni agenti del nucleo reati predatori della polizia locale di Milano stavano effettuando un servizio alla stazione della metropolitana di Lima, sulla M1, poco lontano da Porta Venezia e da Corso Buenos Aires. Gli agenti stavano controllando le banchine della stazione tramite i video delle telecamere per individuare i borseggiatori che si aggirano nei metrò milanesi. Ne individuano due e iniziano a seguirli da un video all’altro e li sorprendono a sfilare il portafoglio dalle tasche di un signore anziano.

La pattuglia della polizia locale più vicina si mette subito sulle tracce dei due ladri, che nel frattempo sono usciti dalla metropolitana e dal raggio di azione delle telecamere dell’Atm. I due ladri sono rintracciati alle 12 all’angolo fra corso Buenos Aires e via Plinio. C.R., 20 anni, e M.F., 17 anni, entrambi romeni, hanno con loro diverse borse con i loghi di negozi appena visitati. Sono traboccanti di vestiti, profumi e accessori di lusso che hanno appena acquistato con la carta di debito intestata alla vittima del furto, oltre a 500 euro prelevati alle 11.12 allo sportello bancomat della galleria Corso Buenos Aires 15, meno di 5 minuti dopo il furto.

Speedy Gonzales dello shopping

Nel giro dei restanti 48 minuti hanno effettuato 10 acquisti con la carta di debito per una cifra che supera i 3600 euro. Con quattro operazioni, una da 400, due da 684 e una da 801 euro, hanno acquistato diverse paia di occhiali da sole di marca. Poi hanno effettuato altre quattro operazioni in una profumeria, da 140, 135, 155 e 166 euro. Infine, prima di essere presi, hanno colpito con altri 2 acquisti in un negozio di abbigliamento, per 185 e 255 euro.

Il personale dei negozi ha confermato l’identità dei due ragazzi e in uno dei negozi la Polizia locale ha avuto anche la possibilità di visionare le telecamere che hanno ripreso i momenti dell’uso della carta di credito rubata. Ben pochi sarebbero riusciti ad essere così veloci ed efficienti nello shopping. I due sono stati arrestati con la formula della flagranza continuata, data la prossimità temporale tra il furto, l’ultima transazione avvenuta alle 11.59 e il momento in cui gli agenti della Polizia locale li hanno rintracciati.

Sono accusati in concorso di possesso e utilizzo indebito di carta di credito, furto aggravato della destrezza all’interno delle infrastrutture d’accesso alla metropolitana e approfittando della minorata difesa in relazione all’età e alle condizioni fisiche della vittima, creando allo stesso un danno patrimoniale rilevante per un valore totale di circa 4.100 euro – tra contante e merce acquistata con la carta di credito rubata.

I due non sono ovviamente nuovi a queste imprese. Non si ottiene un risultato così ottimizzato senza un lungo e duro allenamento. Hanno numerosi precedenti specifici: C.R. è stato arrestato, ma successivamente il giudice lo ha rilasciato vietandogli la dimora nel territorio della Regione Lombardia, mentre M.F. è stato indagato a piede libero data la minore età. La merce sarà restituita ai negozi e il denaro riaccreditato, non senza difficoltà e problemi burocratici, sul conto corrente del derubato.

Il video degli acquisti