6.7 C
Milano
domenica, 25 Febbraio, 2024

Sottomarino disperso negli abissi. L’equipaggio si era assunto ogni responsabilità

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Titan, questo è il nome dato al sommergibile disperso ormai da giorni negli abissi marini. 

Un’esperienza subacquea che va oltre l’immaginabile, per la quale è necessaria, non solo una grande prestazione fisica, ma anche un biglietto di circa 250.000 $, associato alla firma di un documento con il quale il partecipante decide di assumersi ogni responsabilità e rischio, perfino la morte.

Ocean gate, questa è la società che organizza le esplorazioni attorno al Titanic, i requisiti sono una buona forma fisica, senso di equilibrio e buona flessibilità, con l’assunzione totale di ogni rischio e pericolo verso loro stessi. 
Forse proprio questo documento avrebbe dovuto far riflettere sulla pericolosità del viaggio.

All’interno dell’abitacolo, vi è Hamish Harding, esploratore  ed affarista britannico milionario, ricordato anche come l’astronauta che arrivò insieme ad Amstrong e a Collins sulla luna. Membro del “The Explorers Club” un gruppo di ricercatori ed esploratori , è stato scelto, insieme ad altri tre membri dell’equipaggio, per  partire alla scoperta dei fondali marini, ma qualcosa è andato storto. 

Il sommergibile è improvvisamente sparito dai radar e risulta ancora oggi disperso nel nulla. 

I pachistani, sostenitori degli altri tre membri dell’equipaggio, pregano Allah affinché tutti possano tornare a casa sani e salvi, mentre le ricerche continuano incessantemente, ma ad oggi sembra che il mare abbia inghiottito il sommergibile e tutti i membri  dell’equipaggio. 

di Daniela Buonocore 

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img