25.4 C
Milano
domenica, 16 Giugno, 2024

SENATO, FI: RESTI ELETTIVO. Guerini (PD): i patti erano altri. Grillo: sul Senato Renzi imita la P2

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Forza Italia insiste: sì alle riforme previste dal patto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, ma il Senato resti elettivo. Lo hanno detto in Commissione Affari Costituzionali il presidente dei senatori di Fi, Paolo Romani, e il capogruppo, Donato Bruno, osservando come dal dibattito in corso emerga una maggioranza trasversale in favore di un Senato elettivo, mentre il ddl del governo prevede che esso venga eletto dai Consigli regionali.

“Il Senato non elettivo è uno dei punti cardine dell’impianto dell’accordo contratto con Forza Italia”. Il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, risponde così alla richiesta del mantenimento della natura elettiva dell’assemblea avanzata dagli azzurri in Commissione Affari Costituzionali. “Confido che si arriverà a un approdo corrispondente al patto del Nazareno”, conclude Guerini.

Beppe Grillo attacca nuovamente il governo. “Il progetto di riforma del Senato di Renzie è una fotocopia di quello proposto dalla P2”, denuncia il leader del Movimento 5 Stelle su Twitter. Grillo fa poi il verso ai manifesti elettorali del Pd: “#GlieloChiedeLicio”, scrive allegando un fotomontaggio con il volto di Licio Gelli, “maestro venerabile” della loggia massonica segreta.

La Critica

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img