Ufficialmente era un cameriere, ma la sua vera occupazione era rapinare farmacie. 52 anni, residente a Milano, con precedenti specifici per rapina aggravata è sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Nonostante ciò, fra il 6 maggio 2021 e lo scorso 24 Maggio ha compiuto almeno 6 rapine a farmacie nei quartieri Bicocca e Niguarda.

Il bottino complessivo non è stato altissimo, solo 1700 euro, ma il numero di rapine in cui è stato possibile identificarlo con certezza gli ha fatto guadagnare il titolo di rapinatore seriale di farmacie. Il modus operandi era sempre lo stesso, entrava nelle farmacie con il volto mascherato, puntava contro i dipendenti delle armi da taglio Oppure delle pistole giocattolo priva del tappo rosso, e si faceva consegnare il contenuto della cassa, per poi fuggire.

Identificarlo non è stato semplice. Sono state ascoltate le dichiarazioni dei testimoni e delle vittime, che poi sono state confermate dalle dall’analisi dei filmati e delle immagini degli impianti di videosorveglianza. Quindi è stato chiesto ai testimoni anche di effettuare dei riconoscimenti fotografici. Una volta individuato il probabile colpevole è stata chiesta la perquisizione della sua abitazione. Lì c’erano diversi capi di abbigliamento simili a quelli che erano stati utilizzati durante e rapine, è questo a consentito di aumentare il numero di prove a carico del 52enne. Sembra proprio sia stato lui.

Le prove hanno convinto il Giudice delle indagini preliminari del tribunale di Milano. Una volta esaminate le prove delle attività e degli investigatori coordinati da sostituto procuratore dottor Rosario Ferracane, della Procura della Repubblica di Milano, il Gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. È stata eseguita il 26 agosto dai Carabinieri della stazione Milano Greco Milanese. Ora il 52enne si trova il carcere in attesa di processo.