Redazione

“UNA JOYA INFINITA!”. Tre parole ed una foto. Grande gioia esternata per il 3-0 a favore della Roma nella partita giocata contro il Monza. Un semplice post su Facebook finito in mezzo ad una burrascosa polemica. Il protagonista di questa vicenda è Michele Erba, consigliere comunale del PD per il Comune di Monza.
Contro quel post di Facebook si sono scagliati in tantissimi, arrivando a chiedere anche le dimissioni del Consigliere di maggioranza.
La domanda è quindi la seguente: può un rappresentante dell’amministrazione monzese gioire pubblicamente per la sconfitta della squadra che rappresenta la sua città? La risposta può essere solamente una: no!
E’ certamente lecito nutrire una forte passione calcistica, anche per una squadra che non rappresenta la propria città, anche se si è un consigliere comunale di quella città, ma non si può festeggiare pubblicamente se quella stessa squadra vince e stravince su quella della città che si rappresenta. Sarà pur vero che ormai non si sentono più l’appartenenza ed il forte legame che ci uniscono ai nostri luoghi d’origine, sarà anche vero che il consigliere Erba possa nutrire una certa antipatia per la squadra della sua città perché appartenente ad un suo avversario politico, ma il discorso di fondo è sempre lo stesso: se si ricopre una carica pubblica bisogna onorarla in tutto e per tutto. Se si è rappresentanti di un piccolo paese, di una grande città, o di un intero Stato, è giusto ed auspicabile che non le si remi mai contro, almeno pubblicamente, nemmeno quando si tratta di una semplice partita di calcio.