5.2 C
Milano
sabato, 24 Febbraio, 2024

MINORI. SARA FIORINO, AVVOCATO DEL FORO DI BARI, CI RACCONTA UN’ALTRA STORIA DI “ORDINARIA FOLLIA”

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Giada Giunti

Sara Fiorino, avvocato del foro di Bari, nasce come penalista, ma poi si specializza anche in diritto di famiglia; attestata la sua sensibilità e competenza nel trattare anche i casi riguardo gli orrori sugli allontanamenti dei bambini dai genitori.

Avevamo raccontato la prima storia di “ordinaria follia”, ben consapevoli che siano quotidiani (l’ex Ministro Bonafede ci ha fornito un dato, 23 bambini allontanato al giorno) ed avvengano in tutta la penisola. Sara Fiorino, con tante energie e coraggio, racconta così di un caso alla Critica.org: “Cambiano gli attori, ma le storie sono sempre le stesse”.

Si sposa e ha una figlia. Lui è violento (la picchia, la minaccia) e lei scopre che prima del matrimonio è stato in galera per violenza sessuale di gruppo (passata in giudicato) su un minore. Chiede quindi nel 2006 la separazione e il giudice le affida in via esclusiva A. e decide incontri protetti col padre con servizi sociali, più volte nell’occhio del ciclone per “favorire gli amici”. Nel 2013 A., al ritorno da un incontro protetto a cui non assiste nessuno, col padre, presenta segni compatibili con “sfregamenti” delle zone Intime. F. denuncia l’ex marito perché A. (affetta da lieve ritardo mentale e di linguaggio) mima lo strofinamento e lo ripeterà anche in sede di incidente probatorio.

Il procedimento penale si concluderà con una “insufficienza di prove ” perché la minore non è in grado di testimoniare. Nel 2012, nonostante ci fosse la separazione in piedi, il TM inizia un procedimento di decadenza potestà genitoriale per entrambi i genitori, punendo la mamma per aver denunciato le violenze dell’ex marito e nomina un tutore, una casalinga non iscritta nell’albo, ma molto conosciuta nel settore. Il motivo è conflittualità tra i coniugi.

Da premettere che 2 CTU licenziate dal Tribunale ordinario di B. avevano escluso il pregiudizio per A., che era ben curata ed assistita dalla madre e dai nonni (invece ritenuti dal TM “parte del conflitto” ed esclusi dall’affidamento di A.), seguita per il suo lieve handicap presso il centro comunicazione di B. e alla neuropsichiatria infantile del policlinico.

Il 14 settembre 2013 decadono dalla responsabilità genitoriale ed il 31 ottobre 2013 A. viene portata, trascinata via da polizia, assistenti sociali, tutrice dall’ospedale dove era ricoverata per gastroenterite, in un istituto di suore dove è ancora ora dopo 8 anni. Mai nessuna programmazione è stata effettuata, solo la retta di €.2800/3000 (facciamo 2 conti: 2800 x 12= 33.600€ all’anno x 8 anni = €.268.800, a cui vanno aggiunti i soldi per competenze legali, educatori psicologi ecc. ecc)

Non vede A. dal giugno 2020 senza una motivazione precisa e senza un provvedimento giudiziale, ma nessuno li riattiva; le è stato negato di vedere A. e di festeggiare con lei il suo 18esimo compleanno. Come regalo, il TM qualche giorno prima del 18esimo compleanno l’ha interdetta senza contraddittorio, senza avvisare i genitori, i nonni, nessuno, comunicandolo al sottoscritto procuratore sulla ricevuta della PEC inviata per richiedere di festeggiare A. Dalla nomina del tutore nel 2013, l’handicap di A. da lieve è diventato “grave”, ma non abbiamo documenti medici.

Chi ripagherà i danni subiti da A. e F.? Chi restituirà 8 anni di vita passati “in carcere” ad A.? La richiesta di danni sta procedendo e soprattutto il Ministro Buonafede era intervenuto, a seguito di un’interrogazione parlamentare dell’On. Veronica Giannone, richiedendo alle Autorità giudiziarie che si occupano di A. l’invio dei fascicoli.

Ci auguriamo che il nuovo Ministro voglia rendere giustizia a questa ragazza sottratta alla sua mamma da bambina e diventata adulta in un buio istituto di suore o, peggio ancora, in un istituto per persone con handicap psichiatrici.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img