di Manuel Gallo

Uno delle più grandi fondamenta dell’hip-hop italiano è tornato dopo molto tempo, il quale gli è stato utile per elaborare l’evoluzione della musica e lo stravolgersi di quest’ultima; padre e sostenitore della musica e cultura urban in italia, Inoki, dopo l’ultimo suo album pubblicato ben sei anni fa, intitolato l’antidoto, usando il potere di comunicazione dei social network, ha annunciato ufficiosamente il suo prossimo progetto musicale, Mediego.
Insieme a questo post, pochi giorni dopo ha accontentato i suoi fans regalando loro l’intera tracklist, composta da 18 brani, senza nascondere nomi di featuring e produzioni e illustrando loro anche l’immagine di copertina.
Considerando i nomi delle collaborazioni che danno forma all’album, si può benissimo notare le differenze generazionali, che sanciscono un enorme distacco di modi di fare musica totalmente diversi, ma ciò non vuol dire che insieme non diano un risultato strabiliante.
Lo stesso Inoki ha dichiarato di dover essere tornato indietro per poter andare avanti, traendo ispirazione per completare la sua opera.