2.1 C
Milano
sabato, 28 Gennaio, 2023

Il down di Libero e Virgilio: un danno irreparabile

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

“In questa nuova comunicazione, vogliamo iniziare scusandoci ancora una volta con i nostri utenti per il disagio e il disservizio. Leggiamo i vostri commenti e comprendiamo. Ma vogliamo soprattutto, ora che siamo in grado di farlo, condividere con voi maggiori informazioni sull’accaduto, sul lavoro che stiamo facendo e dare un orizzonte temporale per la risoluzione del problema.”

Inizia così il comunicato stampa diffuso dallo staff di Libero. Da tre giorni la casella mail di Libero, così come quella di Virgilio, non è accessibile ai suoi utenti, un caso senza precedenti in 25 anni di operatività. Questo “disguido” sta creando un vero e proprio terremoto, d’altra parte 9 milioni di italiani stanno subendo un danno non trascurabile, che nel migliore dei casi riguarda le comunicazioni in ambito privato, in quello peggiore, gli scambi in ambito professionale.

Questo imprevisto ed inacettabile blackout non rimarrà impunito, non ha infatti esitato a mettersi di mezzo il Codacons, che ha già inviato una formale diffida alla società Italia Online che gestisce i due servizi di posta elettronica. Non solo viene chiesto, in modo perentorio, di riattivare il servizio, ma si profila anche la possibilità di un indennizzo rivolto a tutti gli utenti danneggiati.

I messaggi di scuse da parte di Libero stanno facendo il giro del web, ma questo non sembra bastare per placare gli animi. E anche i rischi a cui Italia Online va incontro, non sembrano velocizzare il processo di risoluzione del problema, tanto che nel cominicato diffuso da Libero, si prospetta un tempo di attesa che va dalle 24 alle 48 ore.

di Susanna Russo

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here