di Daniela Buonocore

Il Comune di Villaricca, viene sciolto per la durata di 18 mesi a causa di infiltrazioni mafiose. A comunicarlo è stato il senatore Sandro Ruotolo.

Tale scioglimento, decretato dal Consiglio dei ministri durante la riunione del 5 agosto 2021, ha deliberato nell’immediatezza la gestione del comune ad una commissione straordinaria gestita dal prefetto Rosalba Scialla, dal vice prefetto Antonio Giaccari e dalla funzionaria ministeriale Desirée D’Ovidio.

L’indagine della prefettura, avviata sei mesi fa, ha inasprito gli animi dell’ormai ex sindaco, l’avvocato Mariarosaria Punzo che si difende dalle accuse sui social sottolineando la sua amarezza in merito a tale provvedimento ritenuto ingiusto, anche se da lei  stessa accettato essendo una donna di legge.

Questo è un periodo duro e complesso per l’hinterland Nord di Napoli che solo qualche giorno fa ha visto interessato il Comune vicino di Marano per il medesimo motivo.

Il popolo di Villaricca spera in un netto cambiamento mentre resta in attesa di nuove evoluzioni.