18.4 C
Milano
martedì, 28 Maggio, 2024

I NOSTRI VESTITI? FANNO MALE ALLA SALUTE

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Livia Caliopi Biro

 

Siamo quello che indossiamo. In pochi sanno che la pelle, oltre a essere l’organo più grande del corpo umano, assorbe una parte di quello con cui viene in contatto. Ma quali sono le sostanze più presenti nel nostro guardaroba e quali effetti possono avere sulla nostra salute?

Nella moda i prodotti chimici sono una normalità, nessuno pensa ai pericoli che potrebbero derivare dall’indossare capi che subiscono trattamenti e finiture. Le sostanze chimiche vengono utilizzate per migliorare la longevità di un tessuto, per dare morbidezza, aumentare la resistenza, per prevenire danni durante il lavaggio.

Nel 2011 la campagna Greenpeace “Detox My Fashion” ha esposto gli 11 gruppi di sostanze dannose più usate dal settore moda. Tra queste sono comparse sostanze ignifughe e quelle perfluoroalchiliche (PFAS, impiegate per prevenire le macchie), entrambe pericolose per il sistema immunitario e per il funzionamento del sistema endocrino. Altri studi hanno rivelato che gli ftalati, composti chimici utilizzati per ammorbidire i rivestimenti in plastica, possono provocare danni al sistema riproduttivo. I metalli presenti nelle tinture sono altamente tossici e rischiano di causare danni al sistema nervoso. Inoltre la formaldeide, che previene lo stropicciamento dei capi, può provocare dermatiti ed è legata ad alcune forme di cancro (fonte National Cancer Institute).

Per arginare il problema, nell’UE esistono regolamenti che tengono sotto controllo l’uso di sostanze pericolose e nel 2018 queste normative sono state rafforzate in particolare per quanto riguarda il settore tessile e dell’abbigliamento.

I consumatori fanno fatica a capire cosa stiano indossando perché le informazioni condivise da molte aziende rispetto alle filiere sono pressoché nulle. É importante specificare che se un materiale è di origine naturale, questo non implica che la sua lavorazione sia eco-friendly. Si consiglia di cercare prodotti con certificazioni che dimostrino con chiarezza l’assenza di lavorazioni che potrebbero risultare dannose per la salute.

Lavare bene i capi nuovi prima di indossarli la prima volta può aiutare a eliminare residui chimici in superficie.

Le persone hanno un ruolo importante nell’incoraggiare un cambiamento da parte delle aziende: bisogna essere curiosi, critici e chiedere maggiori chiarimenti ai brand quando le informazioni fornite non sono soddisfacenti.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img