24.3 C
Milano
venerdì, 12 Aprile, 2024

COPRIFUOCO. Alle 22 o alle 23, comunque anticostituzionale

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Abbatino
Il quante occasioni luminari del diritto e costituzionalisti si sono lanciati in invettive contro i famigerati DPCM, ormai diventati di dominio pubblico? In quanti hanno criticato le aperture e chiusure tramite decreto paventando gravi attentati al diritto costituzionale? Praticamente manca solo la magistratura che prima o poi sarà chiamata a dire cosa ne pensa nell’audace interpretazione che basta un regolamento – i DPCM appunto – per sospendere le libertà democratiche previste in costituzione.
Ma se un DPCM può impedire di lavorare, può anche impedire di uscire di casa? Assolutamente no. Per tacito accordo, la politica ha mal tollerato questa decisione di prevedere il coprifuoco dopo le 22. A Conte nei primi periodi qualche licenza veniva concessa. Adesso dopo oltre un anno, qualcuno può sinceramente spiegare a che serve? Perché chi esce dopo cena di casa solitamente o va a fare un giro al bar o in birreria, magari al ristorante. Ma se è tutto chiuso cosa si fa dopo le 22? O forse il COVID dopo le 22 corre più spedito e colpisce appena varchi la soglia di casa quindi è giusto chiudersi serrati in casa? davvero limitare la libertà dopo cena anche solo di passeggiare intorno alla propria abitazione non ha senso. Paradossalmente sarebbe più opportuno il giorno, quando le persone si muovono di più rispetto alla sera dopo le 22. Sembra quasi che il virus ti aggredisca al varco aspettando di vedere la tua ombra fuori di casa. E se non ha senso alle 22, figurarsi alle 23. È proprio un non senso, un non senso anticostituzionale. Lo stato di eccezione è straordinario, votato dal parlamento in caso di guerra. Oggi al massimo di guerra o guerriglia possiamo trovarne se non si consente di lavorare gli italiani. In sicurezza, ma di lavorare con i dovuti accorgimenti poiché alla favola dei ristori di Conte e Draghi non ci crede più nessuno; e alla libertà nessuna ha voglia di rinunciare, nemmeno se c’è il virus.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img