25.5 C
Milano
venerdì, 12 Aprile, 2024

#conosciiltuosguardo. VITA EXTRATERRESTRE. Cosa dice la Chiesa?

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Angelo Portale

[segue]

Molti pensano ingenuamente, mentre alcuni diffondono con mala astuzia, l’informazione che la Chiesa Cattolica avrebbe problemi a riconoscere l’eventuale presenza di vita extraterrestre perché questo metterebbe in crisi alcuni aspetti antropologici e teologici legati a quell’interpretazione della Rivelazione a cui finora essa è giunta. Questo è falso perché la Chiesa non avrebbe nessun problema a riconoscere eventuali dati scientifici dimostrabili. Certo, sarebbe una sfida perché porterebbe a dover ritrovare nuovi significati e nuove interpretazioni su alcuni aspetti essenziali del Cristianesimo, in modo particolare i rapporti esclusivi tra l’uomo e Dio e di conseguenza l’incarnazione, l’uomo come apice della creazione, l’uomo come unico essere intelligente del cosmo.

Per quanto riguarda l’incarnazione, ad esempio, l’eventuale “scoperta” metterebbe di fronte alla seguente domanda: se dovessero esistere altri esseri, Cristo si è dovuto incarnare anche nei loro pianeti? Avevano bisogno anche loro di una salvezza oppure tale necessità era solo per l’uomo? Beh, le risposte potrebbero essere diverse ma per ora sarebbe totalmente inopportuno e inutile speculare senza niente tra le mani.

La Teologia Cattolica non ha trattato in modo speciale questa tematica perché la ricerca di vita extraterrestre è una questione che non le appartiene direttamente. È la scienza che ha la missione e il dovere di fare ricerche a riguardo. La Teologia ha solo l’obbligo di non rimanerne estranea qualora il discorso sull’uomo e su Dio venisse affrontato all’interno di un orizzonte mosso dal desiderio di un confronto con la scienza contemporanea, dove ognuna, senza pregiudizi, è capace di farsi stimolare e mettere in crisi dalle risposte a cui ciascuna è giunta e soprattutto dalle domande che ognuna è capace di farsi e di fare.

In poche parole: quando ci saranno dati “reali”, cioè dimostrabili, la Teologia Cattolica avrà più argomenti per confrontarsi e per ripensarsi in modo nuovo rispetto a questo argomento. Per ora la cosa più importante è la “non chiusura” e di fatto questa non c’è anzi, l’incoraggiamento alla scienza affinché non si stanchi mai di cercare è stato più volte ribadito e apprezzato in modo particolare da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Quel che è fondamentale e che di continuo viene riaffermato dalla Chiesa è il dovere della scienza affinché la “gente comune”, condizionata dai film e da divulgazioni culturali per niente scientifiche, non cada nel “sensazionalismo” e nel bisogno di “straordinarietà”.

 

[continua]

 

Chi volesse approfondire di più e trovare maggiori riferimenti bibliografici può consultare la seguente pagina: https://disf.org/vita-extraterrestre.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img