3.6 C
Milano
mercoledì, 29 Novembre, 2023

CHI DI SPADA FERISCE, DI SPADA PERISCE. Grillini docet

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Abbatino
Dai “vaffa” al sistema sono passati anni, adesso i grillini sono il sistema o meglio il potere da abbattere, quello che andava aperto come una scatoletta di tonno. La parabola discendente è in atto e lo si comprende dalla protesta vibrante ed eccessiva ai loro gazebo da parte di un gruppo di persone contrarie al green pass, la controversa norma che dovrebbe limitare il contagio ma che di fatto non lo sta limitando. Il gazebo grillino danneggiato a Milano, con tanto di vaffa al seguito, è la cartina di tornasole di questo movimento politico che si arrampica sugli specchi da tempo, attaccato alla poltrona del governo come mai si era visto prima. Elettori traditi dalle mosse di un partito che ha passato con disinvoltura le più assurde alleanze pur di stare al governo. Prima la Lega poi il PD e la sinistra, ma davvero si può calpestare il voto popolare senza subire delle conseguenze? Chi vota esprime una fiducia a chi delega per essere rappresentato e lo fa nella speranza che chi viene eletto rispetti le promesse fatte agli elettori. Invece niente, da rottamatori a rottamati, questo sta accadendo a Di Maio e soci. Insopportabili nelle diatribe interne, insostenibili nelle piroette di governo. Per non parlare dei provvedimenti che dovevano essere fiori all’occhiello, ormai diventati boomerang come il reddito di cittadinanza, i bonus monopattini e tante altre battaglie tradite. Non basta un Conte, se ti sei comportato da “contadino” con gli elettori per tanti anni. Un disastro politico costellato di pessime figure alle elezioni regionali e alle amministrative non poteva che finire nella protesta contro di loro in piazza, dove tutto è nato. Chi di spada ferisce, di spada perisce.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img