Ieri pomeriggio due caccia militari MB339 della Pan, la Pattuglia acrobatica Nazionale, cioè le frecce tricolori, sono stati visti nei cieli di Milano. Scortavano un grande aereo. La cosa ha allarmato e incuriosito, ma questa volta non si trattava di uno scrumble. Si è trattato comunque di un fatto eccezionale, anche perchè l’area sopra la città di Milano è interdetta al traffico aereo, per sicurezza. Anche se visibili da lontano, e quindi poteva sembrare che i tre aerei volassero su Milano, l’ aereo e i due caccia, che avevano il trasponder spento, hanno sorvolando l’aeroporto di Linate e il circuito del gran premio di Monza, poi hanno effettuato una manovra di sicurezza sulla fetta di cielo tra Cologno Monzese e Mediglia.

Il video da telegram

Born to be sustainable

L’aereo grande era infatti l’Az8033, della ITA Airways. Un airbus A350-941 di nuova generazione e con la nuova livrea Born to be sustainable. Sarà impiegato sulle tratte in partenza da Roma Fiumicino e con destinazione Los Angeles, New York e Buenos Aires. E’ un aereo pensato, progettato e costruito per consumare il minimo possibile di carburante e per inquinare il meno possibile, in linea con le nuove politiche della Ita Airways, l’azienda nata dalle ceneri dell’Alitalia.

L’aereo è partito attorno alle 12.40 dall’aeroporto di Roma Fiumicino con destinazione Milano, per effettuare alcuni sorvoli di prova sul circuito del Gran Premio di Monza, le cui prove si sono svolte ieri, per celebrare i 100 anni dalla costruzione. Poi ha sorvolato l’aeroporto di Linate, per poi rientrare a Roma Fiumicino. Intanto che si svolgeva il volo i piloti hanno effettuato anche una prova delle procedure di sicurezza. Nella fase di rientro, quando l’airbus si trovava sulla zona fra San Giuliano Milanese e Mediglia, hanno simulato un guasto radio ed eseguito la classica manovra che avvisa la postazione radar della presenza di problemi a bordo.

rotta seguita dal volo airbus 8033 ita airways born to be suistanable

Le frecce tricolori in operazione

2 caccia militari, 2 MB339 della Pan, lo hanno quindi raggiunto e hanno eseguito la manovra dello scrumble. Si tratta dell’intercettazione dell’aereo in volo, l’osservazione a vista di quanto accade in cabina di pilotaggio attraverso i vetri dei finestrini, e la scorta per un tratto del volo anche dopo aver stabilito che ogni cosa è in ordine, almeno fino a che la radio e i sistemi di bordo non ricominciano a funzionare regolarmente.

Gli MB339 che sono intervenuti in questa operazione sono quelli delle frecce tricolori che stavano volando a Ghedi, in provincia di Brescia, in formazione, durante i festeggiamenti per i 40 anni dall’adozione dei primi Tornado. Non lo sapevamo, ma ieri è stata una grande festa sia per l’aviazione civile sia per l’aereonautica militare italiana.