di Ilaria Maria Preti

La scorsa notte, intorno alle 2, in piazza Giustino Fortunato, zona Bruzzano, in una rissa è rimasto ferito un uomo di 39 anni. È stato soccorso dall’equipaggio di un’ambulanza inviata sul posto della centrale operativa 112 che lo ha trasportato, dopo le prime cure, al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Niguarda. Il 112 ha inviato sul posto anche delle squadre di agenti della Questura di Milano, ormai necessarie anche per proteggere i soccorritori.

A Bruzzano non è la prima rissa e non è primo fatto violento che porta delle persone in ospedale. Durante il mese di luglio su una chat Telegram, molto ben conosciuta dai milanesi sono apparsi diversi messaggi che raccontano di faide fra gruppi di ragazzi, spesso ubriachi o sotto effetto di stupefacenti, che si inseguono fra loro brandendo coltelli e altre armi da taglio.  Racconta una ragazza: “ieri sera per tornare a casa ho preferito passare da quella zona. Di solito non ho problemi e non avevo mai beccato qualcuno di particolare. Ieri sera purtroppo non è stato così. C’erano 6 ragazzi che sicuramente erano sotto effetto di stupefacenti e alcol. Si rincorrevano di qua di là e urlavano. Mi sono ovviamente allontanata subito, ma mentre mi allontanavo un altro gruppo di circa 15 ragazzi mi è venuti incontro correndo come dei pazzi, e avevano in mano coltelli e bottiglie di birra.”

La fine della tranquillità di Bruzzano

Sulla chat Telegram non mancano le foto , i video e le testimonianze di quello che succede nella zona di notte. Sono davvero impressionanti. I residenti li inviano per tentare di sollevare l’attenzione su quanto succede nelle strade del quartiere milanese. Da quanto dicono, le tensioni maggiori sono fra gli abitanti della zona, che cercano la tranquillità cui erano abituati a Bruzzano, e le persone che hanno occupato lo stabile dell’ex liceo Omero.