di Maurizio Moretti                  

Un momento di felicità si può trovare anche nelle occasioni di relazione o nelle esibizioni artistiche e, la nostra bellezza, a volte la troviamo riflessa nella bellezza dell’altro.  LAcademy of Art and Image, di Paola Zanoni, con le sue conviviali ne offre una chance 

da TEMA il martedì su prenotazione

L’Ikigai in giapponese è il senso di pienezza della vita. Quello che una persona ama fare. I giapponesi, nella loro filosofia, una delle cose che sostengono è che la felicità, più che di alcuni grandi episodi, è fatta di tanti piccoli momenti felici.
Ed è per vivere e far vivere, un momento di felicità che, l’eclettica Paola Zanoni, giornalista, addetta stampa e presentatrice, con la sua creatura l’Academy of Art and Image, di cui ne è presidente, ha recentemente ricominciato ad organizzare le serate conviviali dell’associazione.
Partecipare è di fatto sentirsi parte di un vero parterre de rois, al centro dell’attenzione di se stessi e degli altri, come un gruppo familiare che si riunisce per una festa. Questa serata è tutta per noi, sembrava dire Paola Zanoni dal palco, il mondo lo lasciamo fuori per qualche ora.

Viale di Porta Ardeatina a Roma. Per chi ricorda la movida di anni fa, non è un indirizzo nuovo. Per tutti quelli che lo raggiungono ora, vi trovano un locale, ideato dalla famiglia Mansueto, risistemato di recente con quel tanto di ricercatezza, utile alla godibilità di una location dove, il cibo incontra un cocktail ed insieme, si godono un’intrattenimento o il solo piacere di vivere un’atmosfera urban stylecon un’anima moderna e dinamica. In linea con le tendenze newyorchesi e nord europee.
Dal palco del TEMA, nome del luogo scelto da Paola Zanoni per la ripresa delle conviviali dell’Academy, si sono alternati accenni di storie e racconti, brevi performance di attori e cantanti, simpatici siparietti spontanei e teneri momenti poetici. Il tutto prima e dopo cena, non disdegnando gli intervalli fra una portata e l’altra. I piatti invece è stato possibile gustarli accompagnati da una gradevole musica di sottofondo del locale.

Guest star della serata è stata la cantautrice, atleta paralimpica e modella Annalisa Minetti, oggi scrittrice, attrice ed autrice televisiva che ha offerto, agli invitati, la possibilità di conoscerla anche per le sue sensibilità ed i buoni intendimenti. Ha colpito la sua stessa considerazione espressa di “vedere” molto di più, da quando le si è manifestata la cecità.
L’atmosfera, si è fatta subito friendly, grazie alle presentazioni incrociate di “chi conosceva chi”. Questo fin dal momento dell’aperitivo che ha dato modo di intrattenersi e conoscersi, prima di sedersi lungo la tavolata unica, ad U, voluta per familiarizzare più facilmente. Opportunamente gli intervenuti si sono accomodati liberamente, avendo avuto così, possibilità di relazionarsi al meglio.

Tanti gli ospiti che si sono presentati. Tra cui Daniele Rotondo, giornalista del TG2, Gaspare Maniscalco, M° di violino in prestigiose orchestre, prof.ssa Rosa Chiodi, pediatra e M° Templare, Daniele Rotondo conduttore del Tg 2, gli attori Sergio Siciliano ed Antonella Ponziani,  il dott. Antonio Fugazzotto, regista e autore RAI, la prof.ssa Katia Ranieri, il prof. Giuseppe Cerasari, epatologo immunologo e infettivologo, la dott.ssa Enide Grillo, Bartolomeo Casu, storica tessera n°1 dell’Academy, con Stella Camelia Enescu tessera n.4,   Basem Ibrahim, presidente della Comunità Egiziana a Roma, Carmela Costanzo, poetessa e scrittrice, Francesca De Vito, consigliere regionale, il dott. Alberto Federico Marini, Ester Campese, pittrice e giornalista, lo scrittore Pascal Schembri, il poeta Mario Pino ToscanoAndrea Pietrangeli Family Banker del gruppo Generali, l’avv. Rosaria Salamone che ha parlato del suo libro ultimo uscitoI pericoli del web, Stefania Gugi, Sara Corti con le opere d’arte di Dumindà, la scrittrice Antonella Colonna Vilasi, da Milano il manager Paolo Pomponi, Michele Spanò hair stylist delle dive e del jet set insieme al makeup artist Fabio De Stefano.

Certamente le esperienze personali sono alla base del valore comunicativo su cui si fondano le relazioni. L’occasione di vivere serate come le conviviali dell’Academy of Art and Image, non produrrà forse tutta la felicità che cerchiamo, ma sicuramente offre l’occasione per coglierne un piccolo momento. Paola Zanoni prova a far scaturire questi momenti, con la sua vulcanica verve e la tenacia professionale che da sempre l’accompagna. Lei ha trovato certamente il suo Ikigai.