di Stefano Bini

Devo scrivere la verità, ho aspettato un paio di giorni a stendere questo pezzo, per leggere fino all’ultimo le reazioni di alcuni scribacchini che scrivono di tv ma che uno studio di emissione non lo hanno mai visto o ad una riunione di redazione non hanno mai partecipato.

Negli ultimi giorni, ho letto giornalisti o presunti tali, blogger e dintorni che annunciavano con un po’ di malizia e vana gloria “Venier pareggia con De Filippi, la Carlucci idem”, “È finita l’era dell’egemonia di Maria”, “Gli amici e Maria perdono”; ma dove? Quando? Perché? Nella scorsa puntata, Mara Venier a Domenica In aveva personaggi forti e storie strappalacrime alla C’è posta per te, che ne hanno alzato inevitabilmente gli ascolti, poiché questo vuole il pubblico di Rai1 e la Zia Mara lo sa bene. Contro Tu si que vales, sabato scorso, è andata in onda la prima di Ballando con le stelle; ripeto, la prima, e mi pare non ci sia d’aggiungere altro. Nonostante prime puntate e racconti per far sbrilluccicare gli occhi, Maria ha vinto; quel dato è lì, spiattellato in tutti i blog tv e nei comunicati stampa delle varie reti.

È lecito pensare, soprattutto in un panorama così affollato, che prima o poi Maria perderà con qualche gigante della tv, umano e format parlando, ma non è questo il caso. Sia in sovrapposizione, che sul pubblico totale che sul prezioso target commerciale, la Signora Costanzo con i suoi due programmi ha primeggiato sulla concorrenza. Mara Venier è una macchina da guerra, Milly Carlucci conosce molto bene il “suo” format e il pubblico di Rai1, ma Maria De Filippi ha un vantaggio che le altre non hanno: con Uomini e Donne, C’è posta per te, Tu si que vales e Amici colpisce talmente tanti target diversi, in maniera intelligentissima, che non può che essere apprezzata professionalmente e umanamente da chi la guarda.

In sintesi, guardi i suoi programmi perché sono curiosi e appassionanti, ma soprattutto perché c’è una donna che li sa domare a dovere, dando al pubblico ciò che vuole: questa conduttrice\autrice\creativa si chiama Maria De Filippi.