di Endimion

Quel grand pezzo di troglodita di Di Maio afferma: “A Natale e Capodanno permettiamo ai cittadini di spostarsi tra i piccoli Comuni”. Siamo alla follia! Non è tanto la libertà che il Governo ci concede, ma l’espressione con cui il grillino lo comunica; questo vuol dire una sola cosa: mancanza d’intelletto, cioè di pensare.

Siamo abituati alle boutade ignoranti e senza senso del Movimento 5 Stelle ma, in questo momento storico, l’uscita di Di Maio supera anche le continue stupidaggini di Toninelli. Qui non si parla di semplici parlamentari, ma di un ministro di Governo che usa i social network come un ragazzo di 15 anni, inconsapevole del fatto che i giornalisti italiani siano giustamente sul piede di guerra. Come fa spesso questa maggioranza, fatta d’ignoranti patentati da una parte ed ex comunisti retrogradi dall’altra, nessuno alza la voce su certi atti o affermazioni che rendono il paese Italia il fanalino di coda europeo, e non solo sotto il profilo economico ma anche culturale.

Ricordiamoci che Luigi Di Maio è colui che si porta dietro decine di persone di staff quando va all’estero perché non sa parlare una parola d’inglese; questo, agli occhi del mondo, è una figura barbina colossale. Il Governo non proferisce parola, gli italiani invece sono discretamente incazzati.