di Manuel Gallo

Se ci si imbatte in un ritornello elettronico accompagnato da frasi in dialetto partenopeo e un videoclip con un gruppo di ragazzi che si godono la vita in piena libertà all’aria aperta, molto probabilmente avete sentito il nuovo singolo dell’anonimo cantante Liberato.  Il 9 maggio è uscito l’ultimo singolo intitolato E te veng a piglià, pubblicato puntuale a mezzanotte, e visualizzato da milioni di stream in pochissime ore, primeggiando in tendenza Youtube e confermando la qualità della musica di Liberato.
Questo suo ultimo brano è stato annunciato, come consuetudine, tramite un post Instagram in cui l’artista scrive nella descrizione: “LIBERATO CANTA ANCORA”.
La diversità di questo singolo si trova nel videoclip, in cui si nota il cambio di regia, da Francesco Lettieri a Enea Colombi, che ricorda la perenne presenza di Lettieri nei suoi singoli precedenti.
L’artista mantiene anche questa volta il suo anonimato, non mostrandosi al pubblico, ma facendo intuire che questo singolo non sarà fine a sé stesso, facendo da introduzione a un progetto discografico molto più ampio.