22.6 C
Milano
domenica, 19 Maggio, 2024

LE ERBE DELLE STREGHE

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Ahsife Oscura

Fin dal principio, in epoche lontane, l’erboristeria era considerata un’antica forma di medicina: attraverso l’utilizzo delle erbe officinali, infatti, le cosiddette Streghe riuscivano ad impiegare rimedi erboristici per la cura e la guarigione dei malati. Questa pratica fu uno dei motivi scatenanti per cui le donne guaritrici vennero accusate di ordire terribili azioni nel nome del demonio. La conoscenza delle proprietà terapeutiche delle piante, in un primo momento, fu considerata talmente incredibile ed inconcepibile per l’epoca, da poter avere esclusivamente una matrice diabolica. La stessa sorte toccò alle ostetriche, accusate dell’uccisione dei neonati e delle loro eventuali deformità alla nascita. Ogni donna che ricoprisse un ruolo determinante all’interno della società era costantemente sottoposta al facile mirino dell’accusa di stregoneria. Nonostante l’utilizzo delle erbe fosse già largamente diffuso, prese a diffondersi tra le genti l’ipotesi che le Streghe utilizzassero tali rimedi erboristici per creare pozioni ed intrugli vari a discapito del popolo di Dio, sotto stretto comando del diavolo.

Oggi l’arte erboristica è riconosciuta pienamente per la sua efficacia e le Streghe di ogni Tradizione continuano ancora a  farne largo sfoggio: il fascino senza tempo dei barattoli in vetro colmi di erbe essiccate, oli profumati ed unguenti, catturano anche in epoca moderna l’attenzione di chi li osserva. L’utilizzo delle piante magiche, oggi, persiste nella sua pratica balzando non solo per le dimore suggestive delle Streghe moderne, ma anche attraverso i perfetti profani. L’accensione di incensi specifici, l’utilizzo di particolari oli sulla pelle e l’impiego di rimedi di bellezza – che oggi chiamiamo bio – sono solo un piccolo esempio di una Tradizione erboristica ancora forte ed ispirante. Le proprietà benefiche delle piante sono molteplici e le Streghe di una volta erano massime esperte in materia, sapendo riconoscere il rimedio giusto per ogni occasione; questa vasta conoscenza ha permesso loro di salvare molte vite – nonostante la loro fu messa a repentaglio per il medesimo motivo.

Le cosiddette erbe delle streghe sono moltissime ma tra le più note troviamo l’artemisia, il basilico, la malva, l’iperico, la lavanda e moltissime altre, arrivando perfino alle più note piante velenose: la belladonna, l’aconito, il giusquiamo e la mandragora. Tutte queste piante, nonostante siano ben conosciute pressoché da chiunque, nascondono incredibili proprietà magiche che – se sapientemente impiegate – possono offrire un validissimo aiuto non solo nella pratica esoterica delle Streghe, ma anche nella vita di tutti i giorni. Nel corso del tempo sono moltissimi i libri che hanno affrontato questo affascinante argomento, offrendo un ricco sguardo sul florido mondo della cosiddetta magia verde, alla scoperta di tutte quelle facoltà erboristiche che, donne e uomini di oggi e di ieri, non hanno mai dimenticato.

 

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img