9 C
Milano
sabato, 2 Marzo, 2024

La Globalizzazione mette a rischio le risorse naturali

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Veronica Graf

Si è parlato tanto di quanto la globalizzazione abbia influito negativamente sulle risorse naturali. Un recente studio mette in evidenza i pericoli che corrono i diversi Paesi che vanno incontro alla carenza di risorse idriche, energetiche e naturali a causa della globalizzazione.

I ricercatori dell’Universitá di Cambridge partono dall’assunto che le Nazioni del Pianeta soddisfano le loro esigenze di beni e servizi attraverso la produzione interna e naturalmente il commercio internazionale; la conseguenza è che viene esercitata una pressione sulle risorse naturali sia all’interno che all’esterno dei propri confini. In base ai dati macroeconomici utilizzati ne emerge che la stragrande maggioranza dei paesi, e dei settori industriali, è altamente esposta sia direttamente con la produzione interna sia indirettamente con le importazioni a un sovrasfruttamento delle risorse.

Il rischio maggiore per le risorse viene dal commercio internazionale, soprattutto quello da paesi lontani. Si riflette sulla incompatibilità della globalizzazione con le catene di approvvigionamento sostenibili che cercano di rispettare l’ambiente. Negli ultimi decenni l’economia mondiale è diventata altamente interconnessa, non è raro che ogni componente di un particolare prodotto provenga da un paese diverso. Per molti economisti tradizionali questo offre una fonte di vantaggio competitivo e potenziale di crescita.

Tuttavia, molte nazioni impongono richieste a risorse già carenti in altri paesi soltanto per soddisfare il consumo interno. Questa interconnessione aumenta anche la quantità di rischio in ogni fase della catena di approvvigionamento globale. I ricercatori hanno provato a quantificare l’uso globale di acqua, terra ed energia di 189 nazioni e hanno dimostrato che chi dipende di più dal commercio è potenzialmente più a rischio per l’insicurezza delle risorse, soprattutto per via dei cambiamenti climatici.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img