3.8 C
Milano
martedì, 6 Dicembre, 2022

“IL MARE E’ VITA!” APPUNTAMENTO CON L’ARTE AL PALAZZO GAGLIARDI DI VIBO VALENTIA

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

“Il Mare è vita!”, evento ideato dal Club per l’UNESCO di Vibo Valentia e dall’APS MedEXperience, giunge al suo terzo appuntamento nello storico Palazzo Gagliardi di Vibo Valentia, domani, giovedì 2 dicembre, alle ore 18.00, ospitato dall’amministrazione comunale di Vibo Valentia, guidata dal sindaco Maria Limardo.

Protagonista della serata sarà l’Arte, quella con l’iniziale maiuscola, intesa come attitudine, rivoluzione, liberazione, osservazione, estensione, eccezione; l’Arte come il solo ed unico esito di un appello elettivo, dalla voce universale che vuole esserci nell’ineludibile impegno richiesto dall’ONU, all’umanità intera, per la conoscenza e la salvaguardia degli oceani. Un intero decennio dedicato alle scienze del mare per lo sviluppo sostenibile che inizia proprio nel 2021 e che intende affrontare le problematiche riguardanti gli oceani attraverso legami concettuali con la scienza e le questioni sociali globali.

Sarano presenti, all’appuntamento, Annateresa Rondinella, storica dell’Arte specializzata in medievistica e ideatrice del Progetto “Dialoghi delle Cattedre UNESCO” e Pasquale Lettieri, docente universitario, curatore di numerosi eventi, critico d’arte e storico, per incontrare gli studenti dell’I.I.S. Morelli- Colao di Vibo Valentia, guidato dal Dirigente Raffaele Suppa e preparati, per l’occasione, per lo svolgimento di attività laboratoriali a tema, dai docenti Maria Concetta Preta, Giancarlo Staropoli e Agotino Caracciolo.

Culla della civiltà del mondo, rinomata per la sua tradizione artistica, l’Italia è stata ed è al centro della storia, della cultura e dell’arte dalla più lontana antichità.

Solo nel nostro Bel Paese è possibile vedere negli stessi spazi l’arte millenaria di epoca romana e medioevale insieme alle meraviglie del rinascimento e del barocco, fino alla modernità: proprio per questa ragione l’Italia detiene il maggior numero di beni artistici e culturali dichiarati Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. Dal Grand Tour del XVII secolo ad oggi, l’Italia non si visita solamente, si vive! E nel nostro vivere l’Italia non può non essere compreso l’impegno responsabile profuso in favore di missioni che coinvolgono tutti e ciascuno di noi, in un’alleanza internazionale e multisettoriale sollecitata dalle Nazioni Unite e che il Club per l’UNESCO di Vibo Valentia, guidato da Maria Loscrì, ha inteso declinare a pieno titolo, a livello territoriale.

Manuel Gallo
Giornalista

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img