18.4 C
Milano
martedì, 28 Maggio, 2024

FALCONE E BORSELLINO NELLA FOTOGRAFIA DI TONY GENTILE. Storia della lotta alla mafia.

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Alessandro Giugni

Palermo, via Mariano d’Amelio n.21, 19 luglio 1992, ore 16:58: l’eco di boato si diffonde in tutta la città e, insieme a esso, la consapevolezza che anche l’ultimo baluardo della lotta alla Mafia se n’è andato. Paolo Borsellino è stato assassinato con un’autobomba parcheggiata davanti alla casa della madre.

Quella di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino è una storia intrecciata fin dagli albori. Nati e cresciuti a Palermo a poche decine di metri di distanza l’uno dall’altro, amici fin da bambini, entrambi intrapresero gli studi classici e conseguirono la laurea in giurisprudenza. Separati per alcuni, si ritrovarono a Palermo nel 1980, anno nel quale Borsellino intraprese le indagini sull’omicidio di stampo mafioso di Emanuele Basile, capitano dei Carabinieri e suo fraterno amico, mentre Falcone si distinse per il processo nei confronti di Rosario Spatola, costruttore edile accusato di associazione mafiosa.

La collaborazione tra i due si consolidò nel 1983 quando Antonio Caponetto venne nominato dal Csm capo dell’Ufficio Istruzione di Palermo. Nel biennio precedente all’83 circa 1.200 persone avevano perso la vita a causa di una guerra di mafia scatenata dai Viddani di Corleone guidati da Totò Riina. Non solo. Tra l’aprile dell’82 e il luglio dell’83 i corleonesi avevano intrapreso un’offensiva nei confronti dello Stato, uccidendo Pio La Torre, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e Rocco Chinnici. Caponetto, resosi conto della necessità di fronteggiare il fenomeno mafioso senza frazionare le indagini tra diverse procure, decise di costituire il cosiddetto pool antimafia. Ad esso presero parte Falcone, Giuseppe Di Lello Finuoli, pupillo di Chinnici, Leonardo Guarnotta e Borsellino.

A seguito dell’interrogatorio, condotto da Falcone, di Tommaso Buscetta, arrestato in Brasile ed estradato in Italia, il pool riuscì ad acquisire una visione ad ampio raggio del fenomeno mafioso e il 29 settembre 1984 vennero spiccati 366 mandati di arresto. Dopo gli omicidi di Beppe Montana e Ninni Cassarà, Falcone e Borsellino furono trasferiti, insieme alle loro famiglie, all’Asinara, dove rimasero fino all’8 novembre 1985 al fine di poter preparare l’istruttoria del maxi-processo. Fu proprio in quell’occasione che iniziò a divenire sempre più chiaro come lo Stato stesse pian piano abbandonando i due magistrati. Nel momento in cui il loro lavoro fu concluso, lo Stato pretese da Falcone e Borsellino il pagamento di 415.800 lire a testa, atto questo che amareggiò profondamente i due amici, che iniziarono a sentirsi sempre più soli nella loro lotta alla mafia.

A seguito del maxi-processo, conclusosi 16 dicembre 1987 con 360 condanne e 114 assoluzioni, il pool antimafia venne disgregato da Antonino Meli, subentrato a Caponetto, il quale destituì Falcone e Borsellino dalle inchieste di mafia, suddividendo il processo tra 12 procure differenti.

La vendetta di Riina nei confronti dei due magistrati si compirà nel 1992: Falcone morirà, insieme alla seconda moglie Francesca Morvillo e a tre uomini di scorta, nella strage di Capaci il 23 maggio; Borsellino, ultimo baluardo della lotta alla mafia, definito dallo stesso Riina «l’ultimo muro da scavalcare», resterà vittima di un’autobomba il 19 luglio.

È proprio nell’anno della loro morte, precisamente il 27 marzo, che Tony Gentile, allora reporter per il Giornale di Sicilia, immortalò i due amici ancora una volta insieme, sorridenti dopo essersi scambiati una battuta durante un convegno al Palazzo di Trinacria di Palermo. Una fotografia che inizialmente non venne pubblicata e che solo dopo la strage di via d’Amelio divenne l’emblema del desiderio di reazione contro la logica da parte di una terra martoriata da decenni di guerre intestine. Un’immagine che resterà a imperitura memoria della vittoria di quei due amici che, soli contro tutto e tutti, hanno sfidato la mafia.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img