13 C
Milano
giovedì, 25 Aprile, 2024

ESXENCE – The Art Perfumery Event

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Coquillete Parfum è lieta di invitarti a scoprire fantastiche novità

SAVE THE DATE

ESXENCE – The Art Perfumery Event

Allianz MiCo

Milano Convention Centre 

30 marzo – 2 aprile 2023

M73 Main Brand Area

Nello stand di Coquillete Parfum saranno esposte 4 opere dello street artist di fama internazionale Endless

La Master Perfumer Rosa Vaia, proprietaria di Vieffe Noselab – azienda leader nel settore della creazione e produzione per la profumeria di nicchia, specializzata in produzioni a tiratura limitata –, è lieta di presentare, in occasione di Esxence, le novità del proprio brand, Coquillete Parfum – le cui referenze sono state oggetto di restyling e verranno presentate dunque con un nuovo packaging –, e dello storico brand Le Galion, uno dei marchi che distribuisce in esclusiva in Italia. Le sorprese, però, non finiscono qui. Durante questa edizione, Rosa Vaia offrirà una preview del nuovo brand, che porta il suo nome, alla cui creazione ha lavorato per anni. Un anno all’insegna delle novità, a partire dall’allestimento dello stand, all’interno del quale la Master Perfumer ha scelto di introdurre un elemento di contaminazione dei linguaggi, forma di sperimentazione, quest’ultima, a cui lavora ormai da tempo con le sue “installazioni olfattive”. All’interno dello stand saranno esposte 4 opere dello street artist di fama internazionale Endless, che proprio nella città di Milano ha tenuto due personali. Il momento espositivo, realizzato grazie alla courtesy della Cris Contini Contemporary Gallery di Londra, sarà curato dal noto critico e storico d’arte Pasquale Lettieri.

«Guardando le opere di Endless, le sue visioni metropolitane e concettuali, sembra di essere proiettati in una dimensione di antropologia urbana, in cui vengono a confluire le smaterializzazioni dei manifesti pubblicitari, del fashion, della politica, della strada, del mondo globalizzato, che perdono l’originaria configurazione di casualità e di assoluta naturalità, per cominciare a svolgere un ruolo segnaletico, a partire dalle sue prime opere, che con il loro stesso apparire, fondano lo spazio e il tempo e con esso la nomenclatura stessa, delle cose e delle persone, con i “graffiti” convenzionali, che spostano il ritmo poetico in narrazioni annalistiche di fatti e di eventi», sottolinea il Prof. Pasquale Lettieri

«Si tratta di un dialogo con la società dei consumi e del glamour, del gossip, che sconvolge i campi del sapere, arricchendoli di notazioni su notazioni, configurando una prima strutturazione dell’immaginario, che dà un senso mitico e sacro, scende, nel reale e nell’umano, in una inesorabile gravità, che però è paradossalmente leggera, che viene da lontano, dalle nostre stesse origini, creative o evolutive, per prendere le sembianze dell’inaspettato, dell’enigma, di un andare, sghembo, laterale, asimmetrico, dionisiaco, perché la meta è mobile, sfuggente, come la forma stessa, fenomenica, dell’apparire. Tutto quanto, per congiurare all’interno della metafora del viaggio nel mondo capitalistico, dell’attraversamento, che è mutamento d’identità, tradimento delle etimologie, fondazione del nuovo, nella dissacrazione delle vecchie credenze che si vanno sconvolgendo, di continuo, come i confini stessi del mondo, che con esso si confronta, sperimentando nuovi orizzonti, che richiedono mappe, appunti fotografici, che hanno preso il posto storico dei disegni, con scritture al volo, che nei momenti di riposo, dalla tormenta dell’attraversamento, vanno necessariamente simulando, sbalordimenti e pericoli, improvvise fulminazioni e stanche ripetizioni, come sempre avviene, quando si saltano le strade maestre e si imboccano le distese delle culture marginali, che non hanno volto (come l’artista londinese), che non hanno nome, perché nessuno glielo ha ancora dato», conclude il Prof. Pasquale Lettieri.

Lo stand concepito per la fiera si fa luogo evocativo. «Una parentesi sinestetica, dove profumo e arte figurativa conviveranno e, con linguaggi diversi, porteranno un messaggio comune. Ho sognato questa sinergia di universi così differenti, ma con così tanti punti in comune, perché credo nella potenza dell’immagine e dell’olfatto, che coinvolge e sconvolge i visitatori, elevandoli. La profumeria artistica, al pari della street art, è, al contempo, a tutti gli effetti un fenomeno di proseguimento e “rottura”, perché parte dal classico e lo rivisita, ne trae spunto, cerca a suo modo di sublimarlo. La profumeria di nicchia, d’autore o artistica si fregia di aver fatto tesoro degli insegnamenti dell’età dell’oro per portare un nuovo messaggio, per instaurare una nuova “generazione di fragranze” all’insegna dell’eccellenza, della ricercatezza. La street art ha una storia e un percorso molto simili. Questa comunanza di intenti mi ha portato a creare un luogo di vera produzione artistica all’interno di una fiera di settore», sottolinea Rosa Vaia. 

CRIS CONTINI CONTEMPORARY

La galleria internazionale Cris Contini Contemporary è stata fondata nel 2018 da Cristian Contini e Fulvio Granocchia. Il progetto nasce dalla profonda passione e know how curatoriale dei suoi fondatori con l’obiettivo di dare spazio ad artisti emergenti e affermati e di promuovere le migliori proposte artistiche internazionali attraverso un ampio programma espositivo pubblico e privato, fiere d’arte e pubblicazioni. Cris Contini Contemporary offre ai collezionisti di tutto il mondo l’accesso a un portfolio eclettico e multiculturale di artisti: dai grandi maestri moderni come Pablo Picasso, Lucio Fontana, Andy Warhol e Robert Indiana agli artisti contemporanei più apprezzati quali David Begbie, Endless, Antonio Freiles, Michelangelo Galliani, Ferruccio Gard, Gioni David Parra, Jeff Robb e tanti altri. Progetti ambientali, sostenibili e social responsible sono aspetti di grande rilevanza per Cris Contini Contemporary. La galleria sostiene attivamente artisti che lavorano con materiali rinnovabili, come ad esempio David Begbie o su progetti di sensibilizzazione ambientale come Elisa Cantarelli con “We are Plastic” e di responsabilità sociale come il progetto OG2020 di Cristiano Petrucci a favore di Save the Children. La galleria Cris Contini Contemporary è situata nel cuore di Londra e, grazie alle sue continue nuove collaborazioni internazionali, rappresenta un punto di riferimento immancabile per gli appassionati e collezionisti d’arte di tutto il mondo.

ENDLESS

Si chiama “Endless” – una parola che incarna la sua creatività, passione e energia illimitate. Endless è un artista londinese, che infonde tecniche e pratiche di arte contemporanea e di strada. Dopo sei anni di studi, Endless si è laureato alla Cambridge School of Art, dove si è specializzato in belle arti e serigrafia. Poco dopo, si è trasferito a Londra e ha iniziato a condividere le sue idee con il mondo sotto forma di street-art. La reputazione di Endless è cresciuta nel viaggio dalla strada alla galleria fino a catturare l’attenzione del mondo dell’arte, di brand di lusso e dei media. Mai carenti di significato o di profondità, i messaggi chiave all’interno delle vibranti opere d’arte interpretano le imparziali osservazioni sociali dell’artista, esplorando il rapporto dell’umanità con la moda, la pubblicità, il culto del brand, il consumismo, e il culto delle celebrità, e spesso infondendo immagini urbane che ci circondano. Endless cerca continuamente di oltrepassare i limiti e rompere gli schemi di quello che è considerato il suo genere artistico. Nel 2021 Endless dona il proprio autoritratto con Gilbert & George alle Gallerie degli Uffizi, diventando così il primo street artist della storia a far parte della prestigiosa collezione medicea. Nella primavera del 2022, Endless espone alla 59. Mostra Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia, in rappresentanza della Repubblica di San Marino con la mostra – “Postumano Metamorfico”. Endless è stato il primo artista di strada a dipingere la vetrina principale e le porte d’ingresso dello storico grande magazzino Liberty London, con un pezzo che rende omaggio ai 50 anni del movimento British Punk. È stato inoltre invitato a onorare il cinquantesimo anniversario dell’album dei Beatles Abbey Road con un murale celebrativo all’esterno dello storico edificio. I suoi murales Treviso Lizzy Vuitton, Kingdom of The Fanes e Powder to the People – quest’ultimo realizzato per i Campionati del Mondo di Sci 2021 a Cortina d’Ampezzo, sono solo alcune delle opere all’aperto che portano la sua firma. Endless vanta numerose collaborazioni con artisti internazionali, tra cui Gilbert & George e marchi di lusso come Karl Lagerfeld, con il quale ha lanciato una capsule collection di vestiti, opere d’arte NFT e un murale commemorativo in onore del defunto designer. Endless ha seguito le orme di Andy Warhol e Keith Haring, quando Fiorucci gli ha chiesto di disegnare delle collezioni in edizione limitata per l’apertura del nuovo flagship store londinese nel 2019. Oggi Endless continua a esprimere le sue idee per le strade, ma i suoi lavori più esclusivi si possono trovare presso le gallerie Cris Contini Contemporary, così come nelle case dei collezionisti più consolidati in tutto il mondo.

Ingresso operatori del settore:

GIOVEDÌ 30 MARZO | h 10:00 – 18:30
VENERDÌ 31 MARZO | h 10:00 – 18:30
SABATO 1 APRILE | h 10:00 – 18:30
DOMENICA 2 APRILE |h 10:00 – 16:30
Ingresso pubblico generico:

SABATO 1 APRILE | h 10:00 – 18:30
DOMENICA 2 APRILE | h 10:00 – 16:30

Manuel Gallo
Giornalista

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img