25.2 C
Milano
giovedì, 20 Giugno, 2024

ECCO PERCHÉ IL REDDITO DI CITTADINANZA NON FUNZIONA

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Gabriele Rizza

Entriamo nella fase in cui dobbiamo svolgere i compiti a casa per assicurarci i fondi del Recovery Fund (alcuni a fondo perduto, altri in prestito) e accontentare l’ala ros(s)a del governo, uscita mediaticamente (e oggi vale più della verità) vincitrice nell’ultima tornata elettorale rispetto all’ala gialla. Così, in questi giorni, impazza la discussione intorno alla revisione del reddito di cittadinanza, di certo una priorità sia per i compiti a casa, che per il bottino di guerra del Partito Democratico. Da una parte, l’UE considera lo strumento del reddito un “welfare all’italiana”, dall’altra il PD cede alle pressioni della sua area più liberale e moderata e al contempo asseconda la posizione europea sul tema.

Aldilà del gioco di convenienza politica e di posizione di forza, la certezza è che se il reddito di cittadinanza è così opinabile e vulnerabile alle critiche di destra e sinistra, vuol dire che le storture e le falle sono evidenti e numerose. Del resto, la fretta con il quale è stato introdotto nel 2018 è da manuale, così come è evidente che, più che al suo buon funzionamento, i Cinque Stelle puntassero a vincere le elezioni europee del 2019.

Lo snodo centrale per capire come il reddito di cittadinanza sia inefficace, e allo stato attuale, “quasi” dannoso (quasi perché molte famiglie realmente bisognose sono state aiutate), è la sua ambizione a svolgere una duplice funzione: lotta alla povertà e politica attiva del lavoro, senza svolgere bene nessuna delle due. Povertà e disoccupazione, infatti, non coincidono necessariamente; la povertà non è legata solo alla disoccupazione ma anche alla situazione ambientale entro il quale l’uomo vive (quartiere, casa, famiglia). Inoltre, non è giusto affidare ai Centri per l’impiego solo chi si ritiene essere povero, vanno inclusi in politiche attive tutti i disoccupati. I Centri per l’impiego, infine, per svolgere il ruolo di efficace mediatore tra domanda ed offerta di lavoro, necessitavano di un rodaggio pluriennale che non è stato fatto.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img