5.2 C
Milano
sabato, 24 Febbraio, 2024

Depressione: il male del secolo

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

in Italia è stata effettuata una ricerca approfondita sui disturbi mentali. 

Diversi i sintomi che questa patologia comporta, dagli stati d’ansia e depressivi, alle fobie e agli istinti compulsivi, per sfociare addirittura, in alcuni casi, alla schizofrenia e alla psicopatia. 

Tra le patologie indicate, quella più diffusa è in assoluto la depressione, tanto da essere descritta dall’OMS,  (Organizzazione Mondiale della Sanità), come la malattia del secolo. 

I dati dell’ISTAT hanno dimostrato che, dal 2017 ad oggi, sono circa 300 milioni le persone depresse nel mondo, di cui 2,8 mila soltanto in Italia, mentre il 10% ne ha sofferto almeno una volta nella propria vita. 

Le più colpite dalla depressione sono le donne e la situazione è degenerata soprattutto nella fase post pandemica, tanto che su 6000 soggetti osservati, sono emersi 40% in più di ammalati depressivi, rispetto ai dati precedenti. 

Ecco i sintomi legati alla depressione e quindi quali sono i cosiddetti limiti borderline:

•Rapporti relazionali instabili 

•Impulsività

•Umore instabile

•Rabbia intensa e inappropriata

•Confusione sulla propria identità

•Senso di vuoto e  difficoltà di gestione della solitudine. 

Medici, psicologi, psichiatri e psicanalisti, consigliano a chiunque presenti uno o più sintomi tra quelli indicati, di affidarsi a specialisti, al fine di attivare una terapia individuale o di gruppo, basata su tecniche di rilassamento e comportamentali e, in casi estremi, utilizzare l’ipnosi. Sono stati riscontrati dei miglioramenti anche attraverso la pratica di  sport come trekking e yoga. E’ inoltre necessario dormire tanto e circondarsi di persone, o vivere situazioni, capaci di trasmetterci positività e serenità. 

di Daniela Buonocore 

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img