9.8 C
Milano
giovedì, 29 Febbraio, 2024

#conosciiltuosguardo. SAN GIUSEPPE: IL SANTO DELLE GRAZIE SICURE

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

di Angelo Portale

«Qualunque grazia si domanda a San Giuseppe verrà certamente concessa. Chi non crede, ne faccia la prova, affinché si persuada. […] Il suo aiuto mi fu sempre più grande di quello che avrei potuto sperimentare. Non mi ricordo finora di averlo mai pregato di una grazia senza averla ottenuta. Egli aiuta moltissimo chi si raccomanda a lui». È quanto ha detto Teresa D’Avila (1515-1582) grande donna, riformatrice del Carmelo, canonizzata da Gregorio XV nel 1622 e proclamata Dottore della Chiesa nel 1970 da Paolo VI insieme a Santa Caterina da Siena.

Io ho fatto esperienza delle parole di Santa Teresa. È per questo che ho voluto scrivere questo breve articolo sulle preghiere che possono essergli rivolte per chiedergli intercessione e grazie.

Facilmente si trova in commercio un piccolo librettino, pubblicato dalla Shalom, con diverse preghiere a questo grandissimo Santo, a cui anche Papa Francesco è molto devoto. Tre devozioni molto diffuse sono: la Novena, il Sacro Manto, Dolori e Gioie. I testi possono essere scaricati anche da internet, basta digitarli e cercarli.

Io vi invito a fare esperienza della potentissima intercessione di San Giuseppe e vi lascio con alcune citazioni prese da questo utilissimo librettino.

  1. «Le preghiere a San Giuseppe, sono molto efficaci, se si crede fermamente, per superare periodi di sofferenza, di malattia, di angoscia, di rovina morale, di problemi familiari, matrimonio in crisi, mancanza di lavoro, per essere illuminati nelle scelte più difficili da prendere, per essere guariti, consolati e per chiedere qualsiasi aiuto nelle piccole e grandi difficoltà di ogni giorno; ma anche per ringraziare delle immense grazie che continuamente riceviamo dal Signore».
  2. «Non dimenticare, misericordioso San Giuseppe, che nessuna persona al mondo è ricorsa a te rimanendo delusa nelle speranze in te riposte. Quante grazie e favori hai ottenuto agli afflitti! Non permettere, san Giuseppe, che io sia il solo, fra tanti, a rimanere privo del tuo conforto. Mostrati buono e generoso anche verso di me […]».
  3. Papa Giovanni XXIII disse di lui: «San Giuseppe! Io lo amo molto, tanto che non posso cominciare la mia giornata senza che la mia prima parola e il mio ultimo pensiero siano per lui».

RICORDIAMOCI: «Qualunque grazia si domanda a San Giuseppe verrà certamente concessa. Chi non crede, ne faccia la prova, affinché si persuada».

N.B. Se questo articolo ti è stato utile diffondine il link tra i tuoi amici e conoscenti, usando i social network, whatsapp, e altro. Grazie.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img