Spaccio, danneggiamenti, furti. Milano batte Napoli

0
17
Volante delal Polizia a Milano. Foto di repertorio

Tra arresti per spaccio, per furti e danneggiamenti la giornata tipo degli agenti delle volanti della Polizia di Stato può essere molto piena. La maggior parte dei reati di strada è commessa da stranieri irregolari in Italia, cioè da persone che nn dovrebbero essere sul nostro territorio e che si tenta di espellere. Si tenta, perchè spesso si ha la sensazione che tornino, e che alla fine siano sempre le stesse persone che commettono sempre gli stessi reati. Questo è un piccolo riassunto degli interventi dell’ 11 ottobre.

Alle 11:15, in via Orwell, gli agenti delle volanti hanno notato per strada un uomo che stava confezionando delle dosi di droga. Lo hanno fermato ti arrestato. Stava preparando per la vendita 12,63 grammi di eroina. Addosso ne aveva già due pronte per la vendita:1 da 0,40 grammi e una da una 1 grammo. Dopo l’arresto è stato portato in commissariato è identificato. Si tratta di un 29enne tunisino irregolare sul territorio italiano, una volta condannato per direttissima, sarà espulso dall’Italia con un foglio di via permanente.

Alle 15:51, nei pressi dei Bastioni di Porta Nuova, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un altro spacciatore. Questo aveva addosso 7,99 grammi di hashish già divisa in dosi e pronti alla vendita. Arrestato e identificato, risultato essere un 25enne marocchino irregolare sul territorio e con precedenti sempre per spaccio. Anche in questo caso è stato inviato al processo per direttissima, cui seguirà l’espulsione la vita dall’Italia.

Alle 16.16 tocca ad un 26enne somalo. Gli agenti della Polizia di Stato lo arrestano mentre sta vendendo una dose di hashish ad un ragazzino italiano di 21 anni. Il somalo aveva addosso 70 euro in contanti mentre il 21enne italiano aveva in tasca una dose da 2,96 grammi di hashish appena acquistata. Il somalo è stato inviato al processo per direttissima a cui seguirà la condanna, dato che è stato colto in flagranza, ed essendo irregolare sarà colpito anche dal foglio di via espulsione dall’Italia. Il 21enne invece ha rimediato una segnalazione ex articolo 75, quale assuntore di droghe che prevede dei pesanti provvedimenti, come la sospensione della patente.

Alle 17:22 gli agenti della polmetro, che sono in servizio nelle stazioni e sui treni della metropolitana milanese, alla fermata di Garibaldi notano un uomo che si avvicinava troppo ai passeggeri che salivano sui treni, quasi appoggiandosi alle loro spalle. Infine lo vedono chiaramente mentre sceglie la vittima, si avvicina alle sue spalle comincia a spingerla nel solito modo, ma poi allunga le mani, le apre la borsa e tenta di estrarne il portafoglio. In quel momento i poliziotti lo bloccano e lo arrestano in flagranza di furto aggravato. Una volta in commissariato e identificato, risulta essere una 32enne algerino irregolare sul territorio italiano. Anche per lui, processo per direttissima seguito da espulsione dal territorio italiano

Alle 2:50, in via Marco Mengoni, l’addetto la sicurezza di un hotel ha notato una uomo che con un bastone tentava di forzare la catena di una bicicletta. L’addetto l’ha fatto desistere e il personaggio ha buttato per terra uno scooter, poi un monopattino pubblico, e infine con il bastone ha rotto lo specchietto di una Smart che si trovava nei pressi. Anche questo caso si trattava di un giovane marocchino irregolare sul territorio italiano. Al loro arrivo i poliziotti hanno formalizzato l’arresto e portato l’uomo in camera di sicurezza. Dopo il processo per direttissima con relativa condanna, riceverà il solito foglio di via con divieto permanente di rientro in Italia.