Dalle «città intelligenti» dei futuristi alle «città stupide» degli analisti

di Cristina Florenzano  I futuristi hanno sognato a lungo la realizzazione di città intelligenti che permettessero a residenti e turisti di prosperare. Si tratta di ambienti urbani moderni, gestiti da processi ottimizzati con sistemi di transito intermodale, reti energetiche autosufficienti, quartieri puliti e sicuri con servizi ben integrati. Soprattutto, in termini di sostenibilità, la città