La Polizia ferroviaria ha arrestato un 24enne italiano e un 19enne egiziano per tentata rapina aggravata ai danni di un passeggero del treno regionale 44 Laveno Mombello-Milano Cadorna. E successo mercoledì 27 luglio.

Gli agenti erano alla stazione di Milano Bovisa quando è arrivata loro la chiamata di un altro poliziotto, fuori servizio, che si trovava a bordo del treno regionale 44. Il poliziotto ha avvisato i colleghi che, poco prima, alla stazione di Gerenzano, in provincia di Varese, due uomini avevano aggredito un passeggero. I due uomini erano adesso a bordo del treno che stava per arrivare alla stazione della Milano Bovisa.

Quando il treno si è fermato in stazione, gli agenti della Polizia Ferroviaria sono saliti a bordo e, tramite la descrizione avuta  hanno individuato i due uomini. A bordo del treno c’era anche il trentenne che era stato aggredito. Ha raccontato ai poliziotti che in realtà i due avevano tentato di rapinarlo poco prima dell’arrivo e stazione. Avevano anche provato a strappargli il marsupio che portava a tracolla.

Non si trattava più quindi di indagare su una aggressione. I fatti riguardavano la denuncia di una tentata rapina, commesa praticamente in flagrante, fatto che prevede l’arresto obbligatorio. Quindi i poliziotti hanno fermato i due uomini. Dopo l’identificazione, li hanno portati nella casa carceraria di San Vittore. Rimarranno lì fino a che il giudice di turno deciderà cosa fare di loro.

di Ilaria Maria Preti