You are here:Home-Tag: Dio

#conosciiltuosguardo. Signore, donami la vista!

di Angelo Portale Marco 10,46-52 46E giunsero a Gerico. Mentre partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. 47Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». 48Molti lo rimproveravano

Di |2021-10-22T08:15:53+01:00Ottobre 22nd, 2021|Categorie: #conosciiltuosguardo, Prima pagina|Tag: , , , , , |0 Commenti

#conosciiltuosguardo. DIO PRIMA DI DIO?

di Angelo Portale [… segue …] In Dio non c’è nessuna necessità anteriore, nessuna determinazione sostanziale che ne guida la scelta dell’essenza, né alcuna esigenza di essere che ne costringe l’esistenza. C’è una sola necessità in Dio e la leggiamo direttamente da un testo dell’Ontologia della libertà: «La necessità che Dio ha di essere posteriore alla

L’ANTICO MESSICO E LA RELIGIONE AZTECA

di Stefano Sannino Tra tutti i simboli che, negli ultimi anni, hanno contribuito in larga misura a diversi tipi di speculazioni e idee, le piramidi sono certamente le più misteriose ed enigmatiche. Come mai, infatti, il simbolo della piramide è comune a moltissime civiltà che non hanno mai avuto contatti tra di loro?Com’è possibile che

#conosciiltuosguardo. Ogni tormento può essere fonte di esperienza che sazia

di Angelo Portale Nella prima lettura di questa domenica il profeta Isaia parla della figura di un servo sofferente che sarà salvezza per tutti gli uomini. Si racconta che Dio lo prostra nel dolore in modo che quest’ultimo potrà servire come espiazione dei peccati del mondo. Noi cristiani vediamo in questo servo sofferente la persona

#conosciiltuosguardo. Suprema-sovranità-incondizionata: il Nome di Dio

di Angelo Portale Questo martedì iniziamo un percorso che ci permetterà di analizzare alcuni contenuti biblici. Lo faremo però secondo due approcci, quello ermeneutico e quello della filosofia della religione. Lo faremo lasciandoci guidare dal più acuto pensatore italiano del ‘900, il filosofo torinese Luigi Pareyson. Queste trattazioni saranno senz’altro più ostiche rispetto a quelle

#conosciiltuosguardo. “Attento che Dio ti vede”, ci dicevano. Ma no! Dio non è così!

di Angelo Portale Molti di noi sono cresciuti con in testa la frase: «Attento che Dio ti vede!». Non mi importa indagare le origini storicistiche, antropologiche o sociologiche del come mai questa espressione sia divenuta di uso consueto nella predicazione, o nel modo di fare catechismo in un certo periodo della Chiesa, vorrei invece cercare di