Prima regola: pagare anche se lo Stato si sbaglia, solo dopo il contribuente può fare ricorso

di Gabriele Rizza Solve et repete, letteralmente “paga e poi richiedi”, pratica contrattuale molto diffusa che, in parole semplici, in un contratto obbliga una parte all’adempimento di quanto richiesto prima, anche se questa parte ha subito un errore dall’altra parte in causa. In pratica, il solve et repete è una clausola vessatoria che potrebbe richiamare