di Ilaria Maria Preti.

I vigili del fuoco di Milano e l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale, sezione di Milano, lo scorso 21 luglio hanno firmato un importante accordo di collaborazione che permette di ampliare e rafforzare il legame fra l’associazione e il corpo stesso, in attività istituzionali e non istituzionali. A rappresentarli, con le loro firme, il comandante dei Vigili del Fuoco di Milano ingegner Nicola Micele e il presidente CR ar. Roberto Grigoletto. L’associazione, che è formata da volontari e conta oggi circa 300 iscritti, aveva già firmato nel 2010 un primo accordo con il comando Milanese.

In questi anni i volontari dell’associazione si sono impegnati nella diffusione della Cultura e della formazione della sicurezza, nella promozione del museo storico dei Vigili del fuoco di Milano, e in iniziative di carattere sociale, sportive e culturale. Il fulcro delle iniziative è sempre su temi attinenti alla figura del Vigile del fuoco e ai valori promossi dal Corpo Nazionale.

Con questa nuova convenzione le aree di intervento e collaborazione tra i 2 enti si sono ampliate. I nuovi compiti derivano da un” atto discendente”, firmato a Roma lo scorso 24 febbraio 2022. Questo atto disciplina le attività del personale dell’Associazione e riguarda il supporto al Corpo dei vigili del fuoco nella gestione dei campi base in scenari di calamità. Nell’occasione, il comando di Milano ha definito anche l’utilizzo degli spazi concessi all’associazione stessa. Importanti anche le attività che prevedono la possibilità di un supporto ed un impegno di natura logistica ed amministrativa al comando di Milano volontari. “L’accordo è un efficace esempio di collaborazione fra istituzioni e associazionismo, teso al miglioramento e al rafforzamento dei servizi alla cittadinanza”.