2.1 C
Milano
sabato, 28 Gennaio, 2023

Un arresto per la rapina al Monte dei Paschi

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Alla fine di ottobre un uomo è entrato nella filiale dell’istituto di credito Monte Paschi di Siena in corso XXII Marzo 28 a Milano, per rapinarla. Questa mattina, una volta raccolte le prove necessarie, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su richiesta dei pubblici ministeri del VII Dipartimento dalla Procura della Repubblica di Milano. L’arrestato è un pregiudicato italiano di 49 anni. E’ accusato di aver portato a termine la rapina e di aver ferito alla mano, in modo grave, l’impiegato della filiale.

L’uomo era entrato normalmente nella banca, indossando una mascherina. Poi si è avvicinato agli sportelli per le operazioni e ha chiesto all’operatore un modulo F24. Non appena quest’ultimo ha voltato le spalle, il rapinatore ha fatto il giro dello sportello e gli ha puntato un taglierino alla gola, intimandogli di consegnare il denaro.

L’impiegato ha tentato di spiegare che la cassaforte era temporizzata e che una volta digitato il codice bisognava attendere mezz’ora prima che si aprisse. Il rapinatore non aveva tutto quel tempo per portare a termine la rapine, temeva l’arrivo delle forze dell’ordine, e ha irrazionalmente tentato di obbligare comunque l’impiegato a consegnarli il denaro. Ne è seguita una colluttazione in cui l’impiegato è rimasto gravemente ferito alla mano. Una ferita che ha avuto, dopo le cure, una prognosi di più di 40 giorni.


La vittima ha tentato di spiegargli che, per accedere al denaro contante, era necessario digitare il codice della cassaforte che, temporizzata, si sarebbe potuta aprire solo dopo mezz’ora. Consapevole di non avere
tutto quel tempo a disposizione, temendo anche l’intervento delle forze dell’ordine, l’indagato ha provato ad insistere finendo per ferire il dipendente della banca che, nel corso della colluttazione, si è gravemente
ferito alla mano, riportando una successiva prognosi di ben 40 giorni. Il 49enne, quindi, desistendo dal suo intento, è uscito e si è dato alla fuga.

Le indagini avviate nell’immediatezza dai poliziotti della sezione antirapina della Squadra Mobile hanno permesso di identificare l’autore della tentata rapina e delle lesioni, anche grazie al sopralluogo svolto
congiuntamente al personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica della Lombardia che ha individuato un’impronta latente all’interno della cabina di accesso alla banca. Il conseguente
riversamento nella banca dati giudiziaria ha restituito il match con l’impronta dell’indagato che è stato anche riconosciuto, tramite individuazione fotografica, dall’impiegato che aveva ferito.

- Advertisement -spot_imgspot_img
Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti
Sono metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima a interessarmi di cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Nel tempo sono diventata una giornalista e una Web and Seo Editor Specialist. Ora scrivo per alcune testate e coordino portali di informazione. Dal 2000 al 2019 sono stata anche una speaker radiofonica.

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img