di Fabiola Favilli

Nessuno era preparato ad una situazione come quella generata dal Covid19, e sebbene i vari stati abbiano adottato provvedimenti diversi ed abbiano reagito in vari modi, l’Italia è di fatto ancora in modalità lockdown. L’insofferenza per il prolungarsi delle limitazioni alla vita personale e lavorativa, la preoccupazione per la salute e per l’economia, personale e dello Stato, stanno iniziando a farsi sentire in tutte le fasce sociali.  La sensazione che il governo non abbia un piano chiaro per la gestione del paese è ormai trasversale, lo scoraggiamento è palpabile; certo, la situazione è del tutto anomala e neanche i più perspicaci futurologi avrebbero potuto immaginare una crisi così complicata e diffusa in tutti i settori.

La stagione turistica sarebbe dovuta iniziare nei primi giorni di marzo, in concomitanza con la chiusura totale dell’Italia: di fatto metà periodo lavorativo per addetti “all’industria del forestiero”, per dirla in termini ottocenteschi, se n’è andata. Anche i piccoli musei, i parchi archeologici, le fondazioni culturali sono in grande sofferenza, e nonostante il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini abbia dichiarato che il 18 maggio potranno riaprire, quel che si teme è che ci vorrà ancora un po’ per avere di nuovo una fruizione significativa, pur nel rispetto delle indispensabili norme igieniche.

Da qui è nata l’ottima idea di StudioLogico, gestore delle biglietterie on line di oltre 80 musei italiani, di mettere gratuitamente a disposizione delle realtà culturali come musei, festival, teatri la piattaforma di e-commerce TicketCloud a sostegno dell’iniziativa #sostengolacultura. Attraverso il sito www.sostengolacultura.it l’utente può scegliere di fare una donazione a sostegno della realtà culturale a cui si sente vicino, oppure progettare, ad emergenza Covid conclusa, una visita in un museo, acquistando a prezzi agevolati il “Biglietto per domani”, cioè un ingresso o servizio relativo valido fino al 30 giugno 2021. In un momento così particolare ognuno deve guardare avanti, immaginando un futuro prossimo in cui essere di nuovo liberi di godere dei tesori italiani; gli enti preposti alla loro cura e salvaguardia rischiano di avere gravi danni dallo stop delle visite, ed è essenziale la vicinanza del pubblico in questo momento.

L’adesione da parte delle strutture museali, culturali, ricettive e turistiche è totalmente gratuita, basta contattare l’azienda attraverso i portali, www.sostengolacultura.it, www.studiologico.com oppure www.ticket-cloud.it.