Negli Stati Uniti esiste problema dei serial killer. Milano invece è specializzata nei rapinatori seriali. Le vittime sono soprattutto le farmacie e qualche volta le banche. Un tempo si chiamavano delinquenti abituali. Oggi, alla luce delle migliori tecniche di investigazione, è stato possibile individuare dei profili psicologici operativi che hanno permesso alle forze dell’ordine di individuare personalità, modus operandi e tecniche. È in questo modo che ci si è compreso che esistono persone altamente specializzate nelle rapine alle farmacie, alle banche o ai supermercati. Ognuno di questi malviventi  ha la sua tipologia di vittima preferita, molte volte unica. Sono dei rapinatori seriali.

Il rapinatore seriale di fine agosto

Martedì 30 agosto la squadra mobile della Questura di Milano ne ha arrestato uno. Si tratta di un uomo di 49 anni, italiano, con alle spalle numerosi precedenti simili. È responsabile di una rapina aggravata in una farmacia di Piazzale Maciachini, effettuata armato di un taglierino. Lo hanno sorpreso in flagranza i Falchi, la squadra motociclisti, della Squadra Mobile. Erano diversi giorni, nelle ultime settimane di agosto, che fra via Farini e Piazzale Maciachini si verificavano rapine ad agenzie bancarie o a farmacie, effettuate da un uomo armato di forbici o di taglierino che rispondeva sempre alla stessa descrizione. I falchi della squadra mobile, che sono specializzati nel contrasto al crimine diffuso, hanno quindi intensificato i pattugliamenti che, una volta definito il raggio di azione del rapinatore seriale, avevano come punto focale i possibili obiettivi della zona.

Caccia all’Uomo

Nel primo pomeriggio di martedì 30 agosto arriva l’allerta per un tentativo di rapina in una farmacia di via Farini. Un uomo armato di forbici e corrispondente ancora una volta alla descrizione del rapinatore seriale era entrato nella farmacia e aveva tentato di farsi consegnare l’incasso, minacciando la farmacista. La donna, però, aveva urlato e gridato, chiedendo aiuto. Il rapinatore, temendo l’intervento di qualcuno, era fuggito senza bottino prendendo la direzione di viale Maciachini. Le ricerche del rapinatore sono iniziate subito e le pattuglie della squadra mobile, con l’ausilio delle volanti dell’ufficio prevenzione generale e Soccorso pubblico, hanno velocemente rafforzato la presenza di poliziotti nella zona di via Farini. Sono iniziati i controlli delle persone che somigliavano al rapinatore.

Pochi minuti dopo un’altra rapina, ad una farmacia di Piazzale Maciachini. La polizia ha intercettato il rapinatore in fuga mentre tentava di prendere la metropolitana. I falchi hanno bloccato l’uomo nel Mezzanino della Stazione Maciachini della linea 3, prima che riuscisse a dileguarsi. Con sè aveva ancora i 330 euro in contanti appena rapinati alla farmacia di Piazza Maciachini. Il denaro è stato immediatamente restituito. Una volta identificato si è scoperto che era un ricercato. A suo carico c’era un provvedimento di cattura per un cumulo pene passate in giudicato. Gli accertamenti seguenti hanno permesso di attribuirgli  altre 5 rapine avvenute sempre nella zona fra via Farini e Piazza Maciachini. Tre ai danni di farmacie e due ai danni di agenzie di istituti di credito.

 Il video delle rapine

Di Ilaria Maria Preti