Lunedì 29 agosto gli agenti della polizia ferroviaria nella stazione di Milano Centrale hanno chiesto i documenti, per un controllo di routine, ad un ragazzo che si trovava nei pressi. Sono però rimasti molto sorpresi. Si aspettavano di vedere un passaporto pakistano. Invece è stato loro consegnato un passaporto argentino. Hanno continuato a parlare con il ragazzo, notando che aveva molte difficoltà a esprimersi in spagnolo.

Come argentino era decisamente poco credibile, così i poliziotti hanno proceduto ad accertamenti e approfondimenti, soprattutto sulla genuinità del documento d’identità. Alla fine, il ragazzo ha ammesso di aver acquistato il documento d’identità sul mercato illegale pochi giorni fa. Poi ha fornito agli agenti le sue vere generalità.

Ha ammesso anche di non parlare spagnolo. Si tratta, infatti di un ragazzo pakistano di 21 anni. Arrestato e portato nelle camere di sicurezza della Questura di Milano, è a disposizione della autorità giudiziaria. Forse userà il tempo dell’attesa per ripassare lo spagnolo.

di Ilaria Maria Preti